La rincorsa continua

cavese-gravina-cava-de-tirreni-marzo-2018-vivimediaCAVA DE’ TIRRENI (SA). La Cavese con una doppietta dell’appena entrato Girardi riesce ad avere la meglio su una ben messa in campo formazione ospite che ha rischiato di rovinare i piani aquilotti di arrembaggio alla prima posizione del girone H della serie D, ancora nelle mani del Potenza. La sfida del Lamberti è andata avanti per circa 85 minuti quasi senza colpo ferire da ambo le parti. Poi però la fiammata dell’attaccante ex Nocerina che ha capitalizzato due palloni d’oro offertigli su un piatto d’argento prima da Fella e poi da Claudio De Rosa. E così anche se non entusiasmando e dominando gli aquilotti fanno bottino pieno e continuano ad alimentare la fiammella della speranza di riagganciare il Potenza. Ma la fine della stagione regolare è sempre più vicina. Al traguardo mancano appena cinque gare. Ma veniamo alla cronaca della partita. La Cavese deve fare a meno dello squalificato Manzo, eroe dell’ultima trasferta vinta a Nardò, e Garofalo infortunato. Al loro posto Bitetto inserisce Marino e Favasuli. Inizia bene la sfida la formazione di casa, al cospetto di un migliaio o poco più di tifosi che ha affollato le gradinate del Lamberti per il turno infrasettimanale pre pasquale e di una decina di sostenitori arrivati dalla Puglia. Già nei primi due minuti altrettante occasionissime targate blu foncè. Favasuli imbecca a tu per tu col portiere Fella che da terra non inquadra lo specchio della porta. Ancor più ghiotta l’opportunità avuta da Iannini ma sulla sua fucilata si supera Loliva che sventa la minaccia in angolo. Il pallino del gioco è saldamente nelle mani aquilotte, il Gravina però regge all’urto e limita i danni al minimo. Ultima palla insidiosa dei metelliani la gestisce Oggiano alla mezzora. Sulla conclusione c’è Loliva. Sembra un’altra interna stregata quella col Gravina. Bitetto medita qualche cambiamento nell’assetto tattico della squadra. E manda a scaldare De Rosa. La ripresa si apre con un’altra occasione aquilotta. Il cross di Marino pesca Iannini tutto solo davanti a Loliva ma l’incornata è fuori bersaglio. Al 13′st poi ancora Iannini protagonistia in negativo. A botta sicura si fa ipnotizzare da D’Orsi che riesce a sventare la minaccia. L’assalto metelliano si fa sempre più frenetico. Fino a quando proprio il neo entrato Girardi sale sugli scudi e come novello re Mida trasforma in gol tutto quel che tocca. Al 39′st contropiede fulminante orchestrato in casa Cavese. Massimo smista per Fella che di prima lancia in area l’attaccante che gira perfettamente in diagonale sul palo lontano una palla telecomandata in fondo al sacco. Il gol fa esplodere di gioia i tifosi e tutta la panchina si riversa in campo per festeggiare il gol. La reazione ospite non produce pericoli dalle parti di Bisogno. Anzi è ancora Girardi a regalare un’altra bella emozione ai suoi supporters. Con la complicità, questa volta, di De Rosa. È il 45′st. Cross pennellato per l’attaccante che sale al secondo piano e inzucca alla perfezione non dando scampo a Lolivo, per il 2 a 0 finale.


CAVESE (4-3-3): Bisogno, Carotenuto (37′st Frezzi), Marino, Favasuli (34′st Girardi), Lame, D’Alterio, Oggiano (23′st Massimo), Iannini, Martiniello, Fella (47′st Fabbro), Tripoli (10′st De Rosa). A disp. Blanchard, Gorzegno, Turmalaj, Logoluso. All. Dino Bitetto.

FBC GRAVINA (4-3-3): Loliva, Panebianco (1′st Cichella), Ceglie (1′st Ferraioli), Fanelli (1′st Gargiulo), Cacace, D’Orsi, Gava, Mbida, Molinari (34′st Caruso), Leonetti (37′st Balzano), Chiaradia. A disp. Lullo, Gernone, Salatino, Filip Jonut. Allenatore Diaw Doudou.

ARBITRO: Franco Iacovacci di Latina, I ass. Marco Cerilli di Latina, II ass. Matteo Presatti di Latina.

RETI: 39′st e 45′st Gerardi (C ).

NOTE: giornata nuvolosa, terreno in buone condizioni. Ammoniti: De Rosa (C ), Fanelli, D’Orsi, Loliva e Mbida (G). Angoli: 8 a 2 per la Cavese. Recuperi: 1’ pt, 5’ st.

Condividi

Commenti non possibili