Archivio

ricerca per autore

 

RUGBY: i Dragoni sconfitti di misura a Caltanissetta

arechi-rugby-salerno-novembre-2015-vivimediaSALERNO. Sembrava una partita già persa in partenza, ma a Caltanissetta i Dragoni hanno disputato quella che probabilmente è stata la miglior partita della stagione in corso. Il risultato finale di 23 a 21 per i padroni di casa lascia l’amaro in bocca, poiché i punti della vittoria sono arrivati soltanto a pochi minuti dalla fine ed un calcio piazzato di Cafasso, a tempo scaduto, ha sfiorato la traversa della grande H negando una meritata gioia ai gialloblù. Per i Dragoni un solo punto guadagnato, frutto del bonus difensivo (si guadagna un punto se si perde con uno scarto uguale o inferiore ai 7 punti, ndr).

Amareggiato per la sconfitta, ma orgoglioso della prestazione della squadra, l’allenatore Luciano Indennimeo: “Abbiamo disputato la miglior partita della stagione, in casa di una squadra che ha tutte le carte in regola per arrivare in serie B e che ha dimostrato di valere la prima posizione in questa poule promozione. Primo posto meritato per loro, bravi a sfruttare qualche nostra indecisione e capitalizzare ogni occasione possibile, ma non posso non complimentarmi con la mia squadra che ha giocato a viso aperto senza mai subire il gioco degli avversari”.

I problemi di formazione, in particolare in mischia, si sono fatti sentire: “Siamo partiti in 20, pochi cambi totali e nessun vero cambio in mischia, quindi gli 8 titolari hanno dovuto tener duro per l’intera partita. Sono però consapevole che con i se e con i ma non si va da nessuna parte, vogliamo che sia il campo a parlare e stavolta ha detto bellissime cose di noi e del Nissa, pur concedendo la vittoria finale ai padroni di casa. Torniamo a casa con un punto, prezioso ma ne mancano altri tre che avremmo meritato”.

Ora due settimane di pausa, prima del tour de force di questo girone di ritorno: “La pausa di Pasqua – conclude coach Indennimeo – ci servirà per riposare un po’ in vista di un girone di ritorno che dovrà necessariamente rompere gli equilibri. Le prime quattro si trovano a distanza di 5 o 6 punti in totale e nulla è impossibile. Sarà molto dura, ma noi vogliamo lottare fino alla fine per provare a raggiungere il nostro obiettivo”.

Sconfitta rotonda per la formazione giovanile under 18, che perde il derby casalingo con la franchigia salernitano-irpina dei Due Principati con il risultato di 32 a 7. 

La classifica della poule promozione, girone H, è visibile su: www.federugby.it, www.arechirugby.com e sull’applicazione ufficiale della FIR, gratuita sia su IOS sia su Android.

L’Arechi Rugby torna a sorridere: vittoria casalinga con il Salento XV Trepuzzi e terzo posto in poule promozione

arechi-rugby-di-matteo-salerno-vivimediaSALERNO. L’Arechi Rugby torna alla vittoria. Tra le mura amiche del campo “Casignano” i Dragoni si sono imposti con il risultato finale di 36 a 20 con il Salento XV Trepuzzi, guadagnando 5 preziosissimi punti per la classifica di questa avvincente poule promozione.

Con questa vittoria, infatti, l’Arechi Rugby si porta a -2 dalla vetta occupata attualmente dal Padua Ragusa e dal Nissa Rugby, entrambe vittoriose rispettivamente con Amatori Napoli/Afragola e Monopoli Rugby.

Al termine dell’incontro il vice-allenatore dell’Arechi Rugby, Luca Lambiase, ha espresso la sua gioia per il risultato positivo: “Bisognava tornare alla vittoria, dopo aver sprecato una importantissima occasione domenica scorsa con il Padua Ragusa. Fortunatamente ci siamo riusciti con la ben attrezzata squadra del Trepuzzi, con la quale voglio complimentarmi per la bella prestazione, portando a casa anche il bonus che tanto ci serve per continuare ad inseguire il sogno della serie B”.

Vittoria importante, ma strada ancora lunga: “Siamo alla quarta giornata di poule promozione – conclude coach Lambiase – domenica prossima si concluderà il girone d’andata. Saremo di scena a Caltanissetta, prima delle due lunghe trasferte in Sicilia, consapevoli di dover affrontare la prima in classifica che tanto bene sta facendo in casa propria. Da parte nostra dovrà esserci tutto l’impegno possibile per guadagnare il maggior numero possibile di punti, ma siamo consapevoli dell’enorme ostacolo che ci separa dall’obiettivo. Siamo quasi a metà strada, e la classifica è sempre più corta. Chi sbaglia avrà sempre meno chances di raggiungere il sogno della B, ma non possiamo e non dobbiamo tirarci indietro. Da qui a maggio disputeremo sei incredibili finali”.

La giornata di rugby targata Arechi ha avuto inizio alle ore 10 presso il “Dirceu” di Eboli, con un raggruppamento minirugby valido per le categorie u6 – u8 – u10 – u12. Sconfitte per le categorie under 14 e under 18, rispettivamente impegnate con il Salerno Rugby ed il IV Circolo di Benevento. L’allenatore della compagine under 14, Andrea Pierri, ha comunque voluto elogiare i suoi: “I ragazzi stanno affrontando un percorso molto lungo, che li vede coinvolti in un campionato con squadre ben organizzate ed allestite da alcuni anni. Per i miei, quasi totalmente neofiti della disciplina, non è facile confrontarsi con squadre più esperte che possono contare su individualità ben definite. Da parte dei ragazzi c’è la volontà di crescere e continuare a migliorarsi, quindi mi aspetto impegno durante gli allenamenti per provare ad ottenere dei bei risultati durante le prossime partite”.

Soddisfatto anche coach Generoso Falivene, nonostante il pesante passivo subìto in casa del IV Circolo di Benevento: “Abbiamo affrontato una squadra che ha dimostrato ancora una volta di meritare assolutamente la vetta della classifica. Pur giocando su un campo ai limiti della praticabilità a causa delle non ottimali condizioni meteo, il gioco dei beneventani è stato fluido ed efficace. Da parte dei miei ragazzi c’è stato il massimo impegno per provare a giocare un rugby pulito ed ordinato, e nell’ultimo quarto di partita è stato possibile marcare due mete proprio grazie alla loro caparbietà. Complimenti ai cari amici beneventani, ma anche e soprattutto ai miei ragazzi che stanno dimostrando di voler crescere ancora tanto sotto la mia guida tecnica”.

Arechi Rugby: a caccia di punti cil Trepuzzi

arechi-caliendo-meta-vivimediaSALERNO. Tornare a vincere per riprendere il trend positivo. Questo l’obiettivo dell’Arechi Rugby che domenica, alle 14.30 tra le mura amiche del campo “Casignano”, ospiterà il Salento XV Trepuzzi in occasione della quarta giornata d’andata di questa emozionante poule promozione per l’accesso in serie B.

A Finamore e compagni l’arduo compito di rialzare la testa dopo due sconfitte consecutive, dimostrando che i giochi sono ancora più che aperti. La classifica infatti è cortissima, e soltanto tre punti separano i Dragoni dalla prima posizione. A ricordarlo è il dirigente della prima squadra, Paolo Veneruso: “Domenica scorsa abbiamo buttato via dei punti importantissimi, ma non può accadere ancora. Siamo consapevoli del forte equilibrio che caratterizza questo girone di promozione, quindi ogni partita rappresenterà un passo in avanti o all’indietro verso la serie B. Per ora la classifica è cortissima, ma non sarà di certo così fino alla fine, quindi ci tocca tornare a vincere e dobbiamo farlo proprio a casa nostra”.

“Il Salento XV Trepuzzi – precisa il dirigente Veneruso – è una squadra che da tempo lotta per l’accesso in serie B, con un organico interessante e una società solida che programma la rosa proprio per provare a salire di categoria. Non li conosciamo direttamente, ma la fama li precede e non possiamo che temerli, così come ogni squadra presente nel nostro girone. A noi il compito di riprenderci punti fondamentali in classifica, per restare incollati alle prime posizioni. La rosa a nostra disposizione è ben allestita, le motivazioni ci sono e la volontà di giocare al meglio è sempre presente. Il salto di qualità è ad un passo, e non dobbiamo farcelo sfuggire”.

La domenica di rugby targata Arechi avrà inizio alle ore 10 ad Eboli, con un concentramento di minirugbisti di età compresa tra i 5 e gli 11 anni. Alle 12, tra le mura amiche del “Casignano”, toccherà alla formazione under 14 impegnata con il Salerno Rugby. Impegno esterno per l’under 18, di scena a San Martino Sannita con la capolista IV Circolo Benevento.

Soddisfatto il presidente, Roberto Manzo, per gli impegni giovanili: “La società è alla sua quarta stagione sportiva e può già contare su un discreto numero di giovani rugbisti di età compresa tra i 5 ed i 18 anni. Domenica saranno tutti in campo, ad eccezione della femminile che sta proseguendo la fase di preparazione con l’allenatrice migliore sulla piazza, il capitano della Nazionale di rugby Silvia Gaudino. Proprio per questo sono fiero di poter rappresentare una società che sin da subito si è mossa con convinzione e determinazione verso i giovani, vero punto d’arrivo per lo sviluppo di una società sana con una programmazione seria”.

Domenica amara per i Dragoni: il Ragusa vince 17 a 18

arechi-touche-esposito-vivimediaRUGBY. Battaglia vera tra le mura amiche del “Casignano”, ma l’Arechi esce sconfitto con un solo punto di scarto. Il Rugby Padua Ragusa vince con il punteggio di 17 a 18, al termine di un incontro senza esclusione di colpi, in cui è stato determinante l’approccio psicologico delle due squadre in campo.

Per l’Arechi Rugby un solo punto guadagnato in classifica (la squadra che perde l’incontro ma subisce meno di 7 punti di scarto ottiene un punto, ndr) e quota 6 in classifica, mentre i ragusani tornano a casa con 4 preziosi punti e si portano a quota 9, +3 dall’Arechi.

Classifica cortissima, perché l’Amatori Napoli/Afragola perde a Caltanissetta ed il Trepuzzi vince con il Monopoli. Sintomo, questo, di una poule promozione particolarmente equilibrata da giocarsi fino alla fine. A ricordarlo, al termine dell’incontro, è stato proprio il direttore tecnico dei Dragoni Luciano Indennimeo: “Il campionato non finisce assolutamente qui. Si tratta della terza di 10 partite, tutto è ancora in gioco e dobbiamo essere in grado di rialzarci nel migliore dei modi”.

Sull’incontro le idee sono molto chiare: “Abbiamo subìto la pressione dopo l’espulsione definitiva di Vicinanza – ha commentato coach Indennimeo – ed in una partita così fisica avere un uomo di mischia in meno conta molto. Va detto che il Ragusa ci ha creduto fino alla fine, mentre a noi è mancato quel cinismo necessario per chiudere prima la partita. Già domenica prossima dovremo lottare per tornare alla vittoria, ma non sarà affatto semplice considerando che il livello di tutte le squadre è abbastanza alto”.

Domenica prossima si giocherà ancora al “Casignano” con il Trepuzzi, vittorioso nell’ultima giornata: “Il campionato si sta mostrando molto equilibrato, fortunatamente. Abbiamo necessità di tornare alla vittoria, ma ogni squadra ha le carte in regola per lottare fino alla fine di questa poule promozione. Testa bassa e lavorare, ci tocca ancor di più perché siamo alla seconda sconfitta consecutiva e non possiamo permetterci altri passi falsi per provare a raggiungere l’ambito traguardo”.

Giornata dal sapore agrodolce per i Dragoni di categoria under 18, in trasferta a Torre del Greco in casa della seconda in classifica. A dispetto del risultato finale di 38 a 0 per i padroni di casa, quella dei gialloblù è stata probabilmente una delle migliori prestazioni di questo campionato, come ribadito da coach Generoso Falivene al termine dell’incontro: “All’andata i miei ragazzi andarono totalmente nel pallone, perdendo l’incontro con un passivo di oltre 60 punti, ma stavolta fino a 10 minuti dalla fine la partita è stata molto bella da vedere. Con pochi cambi a disposizione non è stato possibile dare nuova energia al XV in campo, ma i ragazzi hanno davvero dato tutto e di questo sono più che felice, soprattutto perché il Torre del Greco è tra le squadre più forti di questo campionato. Sono fiero della prestazione di tutti i miei giocatori, mi aspetto lo stesso impegno e la stessa voglia fino alla fine di questo bel campionato, a partire dai prossimi allenamenti”.

Rugby: i Dragoni provano a riscattarsi in casa con il Ragusa

rugby-arechi-placcaggio-pastore-vivimediaSALERNO. Con una vittoria ed una sconfitta all’attivo in questa poule promozione, i giochi sono fin troppo aperti per la corsa alla serie B delle sei compagini impegnate nel girone H. Un solo posto per cinque agguerrite rivali e per l’Arechi Rugby, domenica impegnato nel difficilissimo scontro casalingo con il Padua Rugby Ragusa. Drop d’inizio in orario inusuale, alle ore 11 tra le mura amiche del “Casignano”, per venire incontro alle richieste degli ospiti che dovranno poi affrontare un lungo viaggio di ritorno in Sicilia.

Motivato e concentrato, a pochi giorni dal match, il capitano dei Dragoni Dario Finamore: “Dopo la batosta di due settimane fa non possiamo e non dobbiamo permetterci di abbassare la testa. Il gruppo è consapevole del campionato che stiamo affrontando, e sono certo che il Ragusa verrà qui per fare risultato. Il campionato è ancora lungo, questa sarà la terza di dieci partite e la classifica è cortissima, quindi chi sbaglia ora avrà sempre meno chances di rincorrere il sogno della serie B fino alla fine. Noi giochiamo per vincere, come sempre, pur sapendo di avere a che fare con squadre ben attrezzate ed organizzate tecnicamente, e daremo il massimo soprattutto perchè giochiamo a casa nostra”.

Sul Ragusa non è possibile fare previsioni: “Non conosciamo la squadra che domenica verrà ad affrontarci – prosegue capitan Finamore -. Sulla carta siamo consapevoli dell’elevato tasso tecnico e di esperienza presente nella loro rosa, ma questo discorso vale per tutte le squadre impegnate nella rincorsa alla serie B che stanno lottando con noi. Proprio per questo dobbiamo essere consapevoli dei nostri punti di forza, provando a metterli in evidenza con una squadra di cui non conosciamo nulla, se non la grande voglia di fare il salto di categoria che ci accomuna. Sono certo sarà una grande partita”.

Orario proibitivo ma non inedito ai Dragoni: “La nostra squadra ha giocato spesso ad orari simili, ed è ovvio che si cerchi di anticipare l’incontro per favorire il ritorno a casa. Anche noi, sicuramente, richiederemo di anticipare l’orario d’inizio dell’incontro per poter tornare a Salerno in un orario decente. Ciò che conta sarà il risultato, dunque speriamo che il pubblico ci dia tutto il sostegno di cui sicuramente abbiamo bisogno per giocare al meglio delle nostre possibilità. Il resto lo faremo noi in campo, nel migliore dei modi per onorare la maglia che fieramente rappresentiamo”.

Impegno proibitivo anche per la formazione giovanile di categoria under 18, impegnata in trasferta a Torre del Greco. Per coach Generoso Falivene si tratta di un impegno importante per quantificare i miglioramenti della squadra finora: “Dopo la brutta prestazione di domenica con il Rende, squadra che ancora merita i miei complimenti per la mole di gioco espressa, dobbiamo rialzarci e provare a giocare al meglio delle nostre possibilità. Farlo a Torre del Greco non sarà sicuramente semplice, ma sappiamo bene che il risultato sarà l’ultima cosa importante. Mi importa che il gruppo sia compatto, al di là di tutto e tutti. Solo così si cresce davvero, ed è a questo che voglio puntare”.

Al via la poule promozione per la B: i Dragoni ospitano il Monopoli

rugby-arechi-placcaggio-pastore-vivimediaSALERNO. Inizia la parte interessante del campionato di serie C1: la poule promozione tanto sognata dai Dragoni dell’Arechi Rugby sta finalmente per iniziare. Domenica tra le mura amiche del “Casignano”, alle 14.30, Finamore e compagni affronteranno il Rugby Monopoli nel primo dei 10 incontri previsti dalla fase play-off che darà la possibilità ad una squadra di essere promossa in serie B.

Molto carico è il vice-presidente dei Dragoni, Luca Lambiase, che tuona la carica: “Abbiamo lottato sin dalla nascita di questa società per raggiungere questa poule promozione. Finalmente ci siamo riusciti, ma la strada è ancora molto lunga. Domenica ci toccherà ospitare il Rugby Monopoli, che ha ben figurato nella prima fase del campionato di C1 e sicuramente ha le nostre stesse ambizioni. Non conoscendone il tasso tecnico possiamo basarci soltanto sulla classifica del loro primo girone, ma qui si azzera tutto: dobbiamo lottare con le unghie e con i denti per conquistare ogni singolo punto, con la consapevolezza che ora ogni partita sarà come una finale”.

“L’obiettivo – conclude Lambiase – è sicuramente quello di iniziare con una vittoria, ma il Monopoli non verrà di certo qui a regalarci nulla. Come nel gioco da tavolo, esistono gli “imprevisti” ma anche le “probabilità”. Puntiamo sulle seconde, ovviamente positive, ed eviteremmo volentieri le prime. Magari anche grazie al supporto fondamentale del nostro pubblico, che si mostra sempre molto caloroso ad ogni partita”.

La giornata di rugby targata Arechi avrà inizio con altre due partite, non meno importanti, delle categorie giovanili under 18 e under 14. L’under 18 sarà impegnata, sempre tra le mura amiche del “Casignano”, con i pari età del Rugby Nola. Prima di ritorno per i giovani Dragoni, che vogliono concludere il mese di gennaio con una vittoria, come annunciato da coach Generoso Falivene: “Ci aspetta un girone di ritorno molto duro, con partite interessanti tutte da giocare. La classifica, nonostante alcune nostre sconfitte di troppo, è molto corta e ci teniamo a dire ancora la nostra. I ragazzi, come me, ci credono e sono certo che le risposte sul campo non tarderanno ad arrivare”.

L’under 14 farà visita al Campi Flegrei Pozzuoli, trasferta sempre gradita ai Draghi. “Giochiamo con una squadra di amici – ha commentato coach Andrea Pierri – che ogni volta ci dà la possibilità di divertirci dando vita a bellissime partite. Speriamo che anche stavolta ci si diverta allo stesso modo, come sempre, magari grazie all’impegno dei ragazzi che ad ogni allenamento si stanno mostrando sempre più interessati al nostro sport. Insieme al Sacro Cuore di Pompei stiamo dando vita ad una bella squadra, affiatata e volenterosa: tutto ciò che serve ai giovani rugbisti campani per appassionarsi alla nostra disciplina”.

Prima vittoria del 2016 per l’Arechi Rugby

arechi-brindisi-vivimediaSALERNO. Subito in campo, subito vincenti. Per l’Arechi Rugby la pratica Rugby Afragola, tra le mura amiche del campo Casignano, si è risolta nel migliore dei modi, con il risultato finale di 48 a 5 per i Dragoni: ben 8 le mete segnate da Finamore e compagni contro la squadra partenopea, sicuramente in crescita ma mai in grado di impensierire i padroni di casa.

Al termine dell’incontro il dirigente della squadra seniores, Paolo Veneruso, ha inteso esprimere parole di elogio per l’intero collettivo: “Era importante vincere ed iniziare il 2016 nel migliore dei modi, trattandosi di un anno importante dal quale dovranno arrivare tante risposte. L’Afragola Rugby merita un particolare elogio per aver lottato fino alla fine dell’incontro, ma i ragazzi hanno giocato una buona partita lasciando davvero pochissimo spazio alle iniziative avversarie. Tra l’altro è importante evidenziare le enormi difficoltà che una squadra riscontra nel post-vacanze natalizie, difficoltà che fortunatamente si sono ridotte ai minimi termini per i nostri ragazzi”.

La testa ora si sposta all’incontro della prossima settimana, recupero della prima giornata di ritorno della prima fase di serie C1, con l’Amatori Rugby Torre del Greco: “Si tratta di un avversario particolarmente ostico – conclude il dirigente dell’Arechi Rugby – soprattutto quando giocano in casa loro. Qui da noi non c’è stata partita, ma ogni incontro è una storia a sé ed inizia dallo 0 a 0. Nessuno ha intenzione di regalarci niente, nonostante i giochi si siano ormai conclusi per questa prima fase del campionato. Saremo attenti e pronti a giocare anche quest’ultima partita, in attesa di conoscere i nostri prossimi avversari e dare il via ad una poule promozione molto interessante per l’accesso in serie B”.

La prossima settimana vedrà in campo anche le formazioni giovanili di categoria under 14 e under 18, rispettivamente impegnate contro l’Amatori Rugby Torre del Greco e Rugby Clan Santa Maria Capua Vetere. Probabile riposo per le formazioni under 8, 10, 12 e femminile.

Arechi di nuovo in campo contro il Rugby Afragola

arechi-rugby-salerno-novembre-2015-vivimediaSALERNO. Prima uscita del 2016 per l’Arechi Rugby, che domenica alle ore 14.30 tra le mura amiche del campo Casignano affronterà il Rugby Afragola. Per Finamore e compagni il match, valido per l’ultima giornata della prima fase del campionato di serie C1, non sarà comunque l’ultimo della prima fase vista la necessità di recuperare il delicato incontro con l’Amatori Rugby Torre del Greco.

Molto carico, alla vigilia del match, il vice-allenatore dei Dragoni, Luca Lambiase, che vuole inaugurare il 2016 nel migliore dei modi: “Non vedo l’ora che sia domenica. I ragazzi hanno ripreso gli allenamenti nel migliore dei modi, smaltendo anche gli struffoli di troppo mangiati nel periodo natalizio. Abbiamo la fortuna di ritornare in campo a casa nostra, pur dovendo affrontare una formazione sicuramente non facile da battere. All’andata seppero metterci in difficoltà, lo ricordiamo fin troppo bene, quindi domenica sarà importante dare il massimo per inaugurare il 2016 nello stesso modo in cui abbiamo concluso il 2015 sportivo, con una vittoria”.

“Sono certo – prosegue coach Lambiase – che anche i nostri avversari avranno voglia di esprimersi al massimo delle loro capacità per ben figurare contro di noi. Pur essendo una squadra nuova, che intende muoversi a testa bassa e con estrema umiltà, le nostre avversarie hanno sempre particolari motivazioni legate al nostro passato record di vittorie, conclusosi proprio a Napoli contro l’Amatori Napoli/Afragola, squadra principale della franchigia partenopea”.

Sulle motivazioni del pre-partita coach Lambiase replica così: “Per arrivare fin qui la società Arechi Rugby ha pedalato tanto, su salite fin troppo ripide ma senza mai mollare, proprio grazie al gran cuore di tutti i componenti della squadra e del gruppo dirigenziale che si presta anima e corpo per questa realtà. Non si parla di soldi, fama o gloria, è semplice devozione per uno sport che ci ha dato, ci dà e continuerà a darci tanto. Vogliamo tutti che i nostri colori arrivino in alto, e per farlo occorre comunione d’intenti ma soprattutto tanta umiltà. Finora ci siamo riusciti, voglio che sia così ad ogni allenamento e ad ogni partita. La strada è ancora lunga, ma ci credo”.

Riposo previsto dal calendario per tutte le formazioni giovanili targate Arechi Rugby, che torneranno in campo la prossima settimana.

L’Arechi Rugby accede alla Poule promozione, prima gioia Under 14

arechi-frangione-2015-vivimediaSALERNO. La matematica non è un’opinione: l’Arechi Rugby ha ufficialmente ottenuto l’accesso alla poule promozione. Con il Rugby Rende infatti Finamore e compagni hanno concluso il 2015 con una schiacciante vittoria, 42 a 6, tra le mura amiche di “Casignano”: ben 6 le mete segnate dai Dragoni in questo incontro, con il match praticamente mai in discussione nonostante l’avversario di pregevole caratura tecnica.

Soddisfatto il capitano dei Dragoni, Dario Finamore: “Abbiamo raggiunto il primo dei nostri obiettivi stagionali, in un girone che si preannunciava particolarmente ostile ad una squadra come la nostra, giovane ed inesperta. Superare questa prima parte dell’avventura in serie C1 è stato fondamentale, ma c’è tanto lavoro che ci aspetta. Anzitutto, voglio iniziare il 2016 così come ho concluso quest’anno, vincendo le altre due restanti partite della prima fase del campionato. Il resto sarà tutto da giocare, con la stessa umiltà e la stessa voglia di vincere che stiamo dimostrando di avere sin dall’inizio della stagione”.

I complimenti agli avversari sono più che dovuti: “Non posso non complimentarmi con i ragazzi del Rende – ha concluso Dario Finamore – per la prestazione in campo e per la bella partita che ci hanno permesso di giocare. Partita molto fisica, la nostra, ma anche molto tecnica. Complimenti a tutti”.

Buona la seconda, per la formazione under 14 guidata da coach Pierri con il supporto di Silvia Gaudino e Vittorio Cicalese. Tra le mura amiche di “Casignano” i Draghi hanno sconfitto i pari età del Rugby Campi Flegrei di Pozzuoli con il risultato di 34 a 22, dando vita ad una bella prestazione. Soddisfatto al termine dell’incontro coach Pierri: “Non posso non complimentarmi con i ragazzi che fanno parte della rosa attualmente a mia disposizione. Giocare partite di campionato con poche settimane di attività alle spalle, ed addirittura vincere non è facile. L’importante supporto dei ragazzi provenienti dal Rugby Sacro Cuore di Pompei ha dato inoltre maggiore fluidità al gioco, a dimostrazione di quanto il lavoro dei nostri amici di Pompei stia portando buoni frutti. Spero che questa vittoria sia d’incoraggiamento ai miei ragazzi, per poter disputare le restanti partite del campionato con la giusta preparazione”.

Taccuino” particolare per l’Arechi Rugby, in favore del direttore tecnico Luciano Indennimeo, che venerdì è convolato a nozze con la bella, brava e paziente Viola Gaeta. A Luciano vanno gli auguri di tutta la società, dal presidente ai piccolissimi rugbisti di categoria under 6. A Viola, il più sentito in bocca al lupo!

Arechy contro il Santa Maria Capua Vetere per l’accesso ai playoff. U18 al derby con i Due Principati

rugby-arechi-placcaggio-pastore-vivimediaSALERNO. La certezza matematica dell’accesso alla poule promozione della serie C1 passa anche, soprattutto dal match di domani. L’Arechi Rugby dovrà affrontare in trasferta, drop d’inizio alle ore 14.30, la terza forza di questa prima fase del campionato, il Rugby Clan Santa Maria Capua Vetere, rinvigorito dopo le importanti vittorie contro l’Amatori Napoli/Afragola e animato dalla necessità di vincere tutte le partite sperando in un passo falso da parte di una delle due dirette rivali, i Dragoni ed i partenopei.

Molto carico, alla vigilia del match, il vice-presidente dell’Arechi Rugby, Luca Lambiase: “Stiamo preparando questa partita con la consapevolezza di giocare con una squadra ben messa in campo, che all’andata ha subìto una sconfitta pesante a casa nostra. La loro voglia di rivalsa dovrà però fare i conti con la nostra voglia di giocare al meglio, provando ad ottenere il massimo possibile per essere matematicamente ammessi alla fase play-off. Per noi, ultimi arrivati in questo campionato, sarebbe una grande soddisfazione. I ragazzi saranno sicuramente in grado di dar vita ad una bellissima partita, consapevoli di delle loro potenzialità e dell’obiettivo che hanno in mente”.
Altra bellissima sfida è quella prevista al “Manganelli” di Avellino, con i Dragoni di categoria under 18 che affronteranno i pari età del Rugby Due Principati, franchigia salernitano-irpina. Per coach Generoso Falivene si tratta di una sfida che merita la dovuta attenzione: “Un derby è sempre un derby. Dobbiamo giocarlo al meglio delle nostre possibilità, convinti di poter esprimere un buon gioco e di essere all’altezza di qualsiasi battaglia. Poi si sa, giocare un derby è sempre un’altra cosa, si tratta quasi di un campionato a parte. Per noi sarà importante restare concentrati, consapevoli che il campionato è lungo e le sfide da affrontare sono tante. Sarà una gran bella partita, che culminerà in un grande terzo tempo”.

Partita rinviata per i Draghi di categoria under 14, inizialmente impegnati tra le mura amiche del campo “Casignano” contro i pari età del Rugby Campi Flegrei di Pozzuoli: si recupererà il 20, ossia domenica prossima, sempre al campo “Casignano”.