Politica & Amministrazione

 

Il CAD (Centro per l’Artigianato Digitale) si presenta

centro-artigianato-digitale-via-crispi-cava-de-tirreni-febbraio-2018-vivimediaCAVA DE’ TIRRENI (SA). Mercoledì 21 febbraio 2018, alle ore 18:00, presso la Mediateca MARTE, si terrà l’incontro di pre lancio del Centro per l’Artigianato Digitale e delle sue attività, per presentare alla stampa e alla cittadinanza il programma, gli spazi, le attività e le iniziative che partiranno da questa estate.

Si apre anche ufficialmente la call per gli artigiani i quali, a partire dal 22 febbraio, avranno due mesi di tempo per partecipare alle selezioni.

Saranno presenti il Sindaco Vincenzo Servalli, Valeria Fascione, assessore, all’Internazionalizzazione, Start up, Innovazione della Regione Campania, Eugenio Canora, Consigliere Comunale di Cava de’ Tirreni con delega all’innovazione e start up, Andrea Prete, Presidente Unioncamere Campania, Franco Risi, Presidente di Confartigianato Salerno, Lucio Ronca, Presidente di CNA Salerno, Edoardo Gisolfi, Presidente servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno.

Il Centro per l’Artigianato Digitale è un progetto voluto dal Comune di Cava de’ Tirreni e gestito da Medaarch srl stp, società specializzata nelle tecnologie di digital fabrication, la cui compagine ha costituito il primo fab lab dell’Italia Meridionale, il Mediterranean FabLab.

Nella struttura riqualificata di Viale Crispi, 12 botteghe di arte e mestieri avranno l’occasione di vivere per un anno un’esperienza di aggiornamento e sperimentazione sulle nuove tecnologie di fabbricazione e sulle nuove opportunità che il digitale offre all’artigianato e alla manifattura, attraverso l’unione di saperi tradizionali con nuove tecnologie.

ll Centro per l’Artigianato Digitale vuole essere un esempio concreto di come la tradizione e l’innovazione possano, non solo coesistere, ma rappresentare insieme la vera chiave per la crescita e il rilancio delle attività produttive.

Il Centro per l’Artigianato Digitale è il primo Centro italiano dedicato al rilancio delle attività artigianali grazie all’utilizzo dei nuovi strumenti digitali.

Uno spazio inedito in cui gli artigiani e i maestri del Made in Italy hanno la possibilità di partecipare ad un percorso innovativo di aggiornamento professionale della durata di 12 mesi. Durante questo periodo, le imprese artigiane incubate avranno l’opportunità di formarsi sull’uso delle nuove tecnologie digitali e, allo stesso tempo, di continuare a svolgere la propria attività commerciale all’interno delle botteghe presenti al Centro.

Inaugurata la palestra di Pregiato

inaugurazione-palestra-pregiato1-cava-de-tirreni-febbraio-2018-vivimediaCAVA DE’ TIRRENI (SA). Hanno tagliato il nastro, stamattina, lunedì 19 febbraio, dopo la benedizione, impartita da don Berardino della Parrocchia di Pregiato, il Sindaco, Vincenzo Servalli, con la Signora Rosanna De Felicis, moglie dell’indimenticato Gino Avella e madre di Mauro, ai quali e intitolata la palestra di Pregiato, dopo la benedizione impartita da don Berardino .

Il restyling, per un importo di 325 mila euro, ha interessato il rifacimento del campo da gioco polivalente, la copertura, gli spogliatori, l’abbattimento delle barriere architettoniche e l’adeguamento alla disabilità, oltre alla messa a norma di tutti gli impianti e ripristino delle attrezzature.

Alla cerimonia, cui è intervenuto anche l’On. Tino Iannuzzi, erano presenti l’Assessore ai lavori Pubblici, Nunzio Senatore, che ha seguito i lavori, il vicesindaco con delega allo Sport, Enrico Polichetti., il Presidente del Consiglio, Lorena Iuliano, i Consiglieri comunale, Eugenio Canora, Enzo Passa, il dirigente dei Lavori Pubblici, Luigi Collazzo, la dirigente del III Circolo didattico, Raffaelina Trapanese, accompagnata dai piccoli studenti e insegnati della scuola primaria, la delegata Coni provinciale, Paola Berardino , il vice presidente regionale Coni, Matteo Autuori e i responsabili del Csi Cava de’ Tirreni, Pasquale e Giovanni Scarlino.

inaugurazione-palestra-pregiato2-cava-de-tirreni-febbraio-2018-vivimedia“Scuole e palestre erano un preciso impegno assunto con i cavesi – afferma il Sindaco Servalli – è lo stiamo rispettando. Oggi riconsegniamo alla città la palestra di Pregiato, dopo quella di San Lorenzo, completamente rimesse a nuovo dopo decenni di abbandono. Alla fine dei lavori, tra qualche mese, a Santa Lucia avremo una delle più funzionali scuole della regione e stiamo proseguendo nel grande piano di messa in sicurezza di tutti i 34 plessi scolastici cavesi. Una grande opera che certamente ha bisogno del tempo necessario, ma che dà il segno concreto della nostra azione amministrativa”.

Una commossa Rosanna De Felicis, accompagnata dalla figlia Monica e dal nipotino Mauro, ha donato al Sindaco Servalli, una targa in segno di gratitudine e raccomandato ai ragazzi di usare la palestra custodendola come fosse casa loro. 

Più leggera la bolletta TARI

conferenza-stampa-riduzione-tari-anno-2018-febbraio-cava-de-tirreni-vivimediaCAVA DE’ TIRRENI (SA). Per gli utenti cavesi la Tari 2018 sarà più leggera rispetto all’anno precedente del 7,5 – 8 per cento.

Lo hanno annunciato, nel corso della conferenza stampa di stamattina, il Sindaco Vincenzo Servalli e l’Assessore al bilancio, Adolfo Salsano.

Anche per l’anno 2018, sulla scorta della quantificazione dei costi previsionali operata dal Piano Economico Finanziario, è stato elaborato il Piano Tariffario Tari, per un prelievo tributario complessivo di 10.358.226,33 euro.

Confermate le riduzioni dei coefficienti, previste per legge, per la raccolta differenziata per le utenze domestiche, stabilite al 3,50 per cento, mentre per le utenze non domestiche particolarmente gravate da produzione potenziale dei rifiuti (ristoranti, pub, ortofrutta, pescherie, fiorai, pizzerie, etc) è stata riconfermata una riduzione percentuale del 15 per cento dei coefficienti prescelti.

Le risultanze di tali elaborazioni tariffarie hanno portato ad avere una riduzione generalizzata delle tariffe 2018, sia per le utenze domestiche che per quelle non domestiche, che oscilla tra il 7,5 e l’8 per cento.

“Abbiamo operato – afferma l’assessore al bilancio, Adolfo Salsano – una intervento chirurgico sui costi, che unito ad un recupero dell’evasione, peraltro, calcolato sul riscosso effettivo di 200 mila euro, ha consentito questa significativa riduzione che si traduce in un risparmio per le famiglie mediamente dai 40 a 50 euro. Un risultato frutto di una gestione oculatissima di ogni singola voce di spesa e finanche di contrattazione con tutti gli attori che concorrono all’igiene urbana e allo smaltimento presso le piattaforme”.

L’Amministrazione Servalli, si pone tra quelle in Regione che maggiormente hanno ridotto la Tari per i propri cittadini.

“Da sempre abbiamo improntato la nostra azione amministrativa – afferma il primo cittadino – alla massima oculatezza nella spesa in ogni settore. Lo scorso anno, purtroppo, non avevamo ancora gli effetti dell’operatore unico per la raccolta dei rifiuti, con la dismissione del rapporto con il Consorzio di Bacino Salerno 1, altro grande obbiettivo raggiunto da questa amministrazione e con l’introduzione di nuove nome scontammo un aumento del 3 per cento. Dopo un anno di certosino lavoro dell’assessore Adolfo Salsano e dei Servizi Tributi e Ambiente, diretti da Angelo Trapanese e Ivana Milione, abbiamo ottenuto un risparmio che voglio dedicare soprattutto alle fasce più deboli, quelle a cui 50 euro in meno sulla bolletta hanno un peso”.

Il Sindaco Servalli ha anche ricordato che dal prossimo 19 marzo prossimo, in località Sant’Anna, partirà la sperimentazione della raccolta con l’introduzione dei cassonetti differenziati per tipologia di rifiuti, ed ogni residente sarà fornito di chiave per l’apertura. Tale metodologia sarà via via estesa alle altre frazioni, mentre a breve, vista l’ottimo risultato raggiunto in viale Marconi e traverse, saranno eliminati i contenitori dell’umido ed esteso il porta a porta spinto, anche alle utenze di viale Mazzini e via Veneto per arrivare all’intero centro urbano.

Al via i lavori alla rotatoria di Padre Pio

rotatoria-padre-pio-inizio-lavori-cava-de-tirreni-febbraio-2018-vivimediaCAVA DE’ TIRRENI (SA). Sono iniziati i lavori in via Arti e Mestieri che riconfigureranno la rotatoria esistente all’intersezione di via Giuseppe Vitale, alla frazione Santa Lucia, da sempre un punto critico della circolazione stradale della città dove si sono verificati incidenti con anche gravi conseguenze.

Il progetto prevede la realizzazione di una rotatoria che garantirà sicurezza e fluidità del traffico veicolare in una zona molto trafficata..

I lavori prevedono l’adeguamento dell’impianto di smaltimento delle acque meteoriche e dell’impianto di pubblica illuminazione, la realizzazione di nuovi percorsi pedonali, la ricollocazione della statua votiva di Padre Pio (esterna all’intersezione) con la realizzazione di una piccola piazzetta, sarà, inoltre, rifatta la segnaletica orizzontale e verticale, realizzati percorsi tattili per ipovedenti e installati bande sonore per il miglioramento della sicurezza pedonale e veicolare in uno dei punti di maggiore criticità della rete stradale cavese.

Inoltre, saranno realizzati anche i lavori di collettamento degli impianti fognari di circa 50 famiglie che potranno collegarsi alla rete fognaria.

L’intervento, rientra nei progetti finanziati dal Piano Nazionale della Sicurezza Stradale, nel 2013, per un importo complessivo di 954.150,84 di cui 300 mila finanziati dalla Ragione Campania e 654.150,84 dal Bilancio comunale e che comprendono anche i lavori conclusi de rifacimento della rotatoria in viale Marconi, all’intersezione con via Talamo e quelli in fase conclusiva in via Cimitero all’intersezione con corso Palatucci, uno degli snodi principali di accesso alla città.

“Con questo lavoro – afferma l’assessore ai Lavori Pubblici, Nunzio Senatore – completiamo i tre progetti che si aspettava di realizzare dal 2013 e continuiamo nella più generale opera di riqualificazione urbana della città, in termini di messa in sicurezza, viabilità e decoro”

Navette per gli alunni di Passiano

scuolabus-vivimediaCAVA DE’ TIRRENI (SA). Partirà lunedì prossimo, 5 febbraio, il servizio navette per gli alunni del plesso di Passiano dell’Istituto comprensivo Giovanni XXIII, chiuso temporaneamente con Ordinanza sindacale lo scorso 22 gennaio per lavori urgenti di messa in sicurezza e adeguamento antisismico e che devono recarsi presso le strutture scolastiche che li ospiteranno fino alla esecuzione dei lavori.

Per gli alunni della scuola dell’infanzia, saranno disponibili due bus con partenza alle ore 8,30 da Via Leopoldo Siani (piazzetta Passiano) per la scuola Carducci Trezza in via Carlo Santoro. Il ritorno è previsto alle ore 12,45 con partenza dalla scuola Carducci Trezza in via Carlo Santoro per il rientro alla Via Leopoldo Siani (Piazzetta Passiano).

Per gli alunni della scuola primaria, saranno disponibili due bus con partenza alle ore 13,45 da Via Leopoldo Siani (piazzetta Passiano) per la scuola Giovanni XXIII in via Rosario Senatore. Il ritorno è previsto alle ore 17,45 dalla scuola Giovanni XXIII in via Rosario Senatore per il rientro alla via Leopoldo Siani (Piazzetta Passiano).

Per gli alunni della scuola media inferiore, la partenza è prevista alle ore 13,45 da Via Leopoldo Siani (piazzetta Passiano) per la scuola Giovanni XXIII in via Rosario Senatore. Il ritorno è previsto alle ore 18,00 dalla scuola Giovanni XXIII in via Rosario Senatore  per il rientro alla via Leopoldo Siani (Piazzetta Passiano).

“Con il Sindaco Servalli, l’assessore Nunzio Senatore e tutta la struttura comunale – afferma il Consigliere comunale Luca Narbone – stiamo attivando ogni intervento per cercare di ridurre il più possibili i disagi degli studenti e delle famiglie. Siamo ben coscienti delle difficoltà ma stiamo operando per la salvaguardia dei ragazzi, degli insegnanti e del personale scolastico. Alla fine di questo sacrificio potremmo riaprire una scuola sicura e certamente migliore di quella attuale”.

Approvata l’adesione al progetto “Carta famiglia”

carta-famiglia-roccapiemonte-gennaio-2018-vivimediaROCCAPIEMONTE (SA). Questa mattina, la Giunta Comunale ha deliberato l’atto di indirizzo riguardo l’adesione al progetto “Carta Famiglia”. Sono state approvate le linee guida e il conseguente schema di convenzione per i soggetti aderenti.
L’Amministrazione Pagano ha tra i suoi obiettivi prioritari quello di promuovere e sostenere le famiglie, per tale motivo ha inteso aderire al progetto “Carta Famiglia” che prevede vantaggi a favore di nuclei familiari che abbiano almeno tre componenti minorenni, con ISEE non superiore ai 30.000 euro.
«Continua l’impegno di questa Amministrazione a favore delle fasce deboli presenti sul territorio comunale – ha dichiarato il Sindaco Carmine Pagano – ed è nostra intenzione intercettare ogni possibilità di sostegno per i soggetti che non versano in condizioni economiche  favorevoli. La “Carta Famiglia” rappresenterà un altro strumento per aiutare quei nuclei familiari che, purtroppo, non riescono a raggiungere quella stabilità finanziaria che tutti noi auspichiamo».
La carta verrà emessa con validità biennale, su richiesta degli interessati, attraverso presentazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica ai fini ISEE in corso di validità. La “Carta Famiglia” consentirà l’accesso a sconti sull’acquisto di beni e servizi (prodotti alimentari, bevande analcoliche; prodotti per la pulizia della casa, per l’igiene personale, articoli di cancelleria e cartoleria, libri e sussidi didattici; medicinali, prodotti farmaceutici e sanitari, strumenti  e apparecchiature sanitari; abbigliamento e calzature; iscrizioni a palestre e centri sportivi; servizi turistici, alberghi e servizi di alloggio, servizi di ristorazione, etc.), con riduzioni tariffarie concesse dagli Enti Pubblici o Privati coinvolti nell’iniziativa.
I soggetti aderenti, attraverso la stipula di convenzioni con il Comune di Roccapiemonte, possono valorizzare la loro adesione all’iniziativa a scopi promozionali e pubblicitari con l’esibizione del bollino, associato al logo della Carta, con queste diciture: «Amico della famiglia» oppure «Sostenitore della famiglia».
Il Comune di Roccapiemonte, nell’ambito del progetto, si impegna a predisporre e consegnare la tessera “Carta Famiglia”, a redigere gli elenchi dei soggetti aderenti all’iniziativa, pubblicizzando le relative informazioni (indirizzo, telefono, fax, agevolazioni praticate).
Questi elenchi, che verranno aggiornati periodicamente, sono portati alla conoscenza dei consumatori e degli utenti attraverso il sito internet istituzionale del Comune di Roccapiemonte http://www.comuneroccapiemonte.gov.it con la creazione di una sezione dedicata all’iniziativa. Il Comune, altresì, monitorerà l’andamento del progetto e valuterà i risultati perseguiti.

Green Generation: start mercoledì 31 gennaio

locandina-ggh-prelancio-cava-de-tirreni-gennaio-2018-vivimediaCAVA DE’ TIRRENI (SA). Sarà presentato mercoledì prossimo, 31 gennaio, alle ore 18.00, presso i laboratori polivalenti del Comune ubicati nel plesso di San Pietro della scuola media Carducci-Trezza, in Via Carlo Consalvo n.38, il “Green Generation Hub”, finanziato dal POR Campania FSE 2014/2020, con il bando “Ben Essere Giovani – Organizziamoci” di cui è capofila il Comune di Cava de’ Tirreni 

Il progetto intende favorire la nascita di nuove imprese ed opportunità di lavoro per i giovani nell’ambito della sostenibilità ambientale e dell’innovazione tecnologica ed il “Green Generation Hub” sarà il luogo dove i giovani potranno apprendere competenze, sperimentare e imparare a fare impresa, attraverso tirocini retribuiti, incubazioni di Start Up, Area Co-Working e Imprese Sociali

Saranno presenti il Sindaco Vincenzo Servalli, l’Assessore ai Fondi Europei e Politiche Giovanili della Regione Campania, Serena Angioli, l’Assessore all’Ambiente del Comune di Cava de’ Tirreni, Nunzio Senatore e il Consigliere comunale con delega alle Start Up ed Innovazione, Eugenio Canora.

Ad illustrare il bando, Attilio Palumbo, Presidente di Legambiente Cava de’ Tirreni, coordinatore Green Generation Hub, Francesco Piemonte, Presidente dell’associazione giovanile Moby Dick. Il progetto si avvale del partenariato di eccellenze del mondo industriale, formativo e associativo, come la Coop. Soc. Cava Felix, l’Ass. L’albero delle Idee, Confindustria Salerno, ANCE Aies Salerno, Marte Srl, l’ente formativo Pform e Soges Spa.

Ripiantiamo Natale

pini-natalizi-vivi-abbandonati-cassonetti-gennaio-2018-vivimediaCAVA DE’ TIRRENI (SA). Domenica 14 gennaio 2018, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, presso lo sguinzagliatoio di via Gramsci, prende il via la campagna di recupero degli alberi non recisi, dal titolo “Ripiantiamo il Natale”, promosso dal Progetto Diecimetri, Legambiente Cava, Club Alpino Italiano, Terramia Diecimare, Rete Volontari Cava, Gruppo Scout C.N.G.E.I., Guardiani della Natura, Gruppo Scopatori Cavesi, Primaurora Volontari Vesuvio, Genitori Insieme, Impatto Ecosostenibile, Amici di Monte Finestra, in collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente, retto da Nunzio Senatore. 

Lo scopo dell’iniziativa è quello di invitare chiunque abbia allestito per il Natale, appena trascorso, un albero vero e con radici, a non abbandonarlo accanto ai cassonetti della frazione umida, come spesso si verifica ma a consegnarlo, domenica 14 gennaio, allo sguinzagliatoio di via Gramsci. In seguito si provvederà a piantumarli nei punti individuati, al fine di ridargli vita. Si tratta di un ulteriore modo per promuovere il rispetto della natura. 

“Ringrazio – dichiara l’Assessore Nunzio Senatore – la promotrice dell’iniziativa, la dott.ssa Rosanna De Rosa. E’ un modo per restituire all’ambiente e alla città quello che è stato distrutto dagli incendi durante la scorsa estate ed anche di stimolare le nuove generazioni ad un maggiore rispetto della natura e dell’ambiente che ci circonda, solo così possiamo migliorare la nostra qualità della vita”. 

Scrutatori, sorteggio con priorità ai disoccupati. La Commissione Elettorale detta le linee guida

maurizio-lamberti-per-comm-elettorale-nocera-superiore-gennaio-2018-vivimediaNOCERA SUPERIORE (SA). Una lista elettorale ‘dedicata’ composta dai cittadini in difficoltà perché senza un lavoro.

È la misura approvata nell’ultima Commissione elettorale per attivare la procedura della nomina degli scrutatori con modalità sociali, in vista delle Politiche di marzo, per «dare un piccolo sostegno» alle persone che si trovano attualmente in uno stato di disoccupazione. 

«È un indirizzo che abbiamo delineato e che è stato ampiamente condiviso nell’ultima riunione – spiega il presidente della Commissione Maurizio Lamberti è una misura rivolta a quelle persone in difficoltà per dare loro un aiuto, seppur piccolo, a chi si trova senza lavoro. Un altro aspetto che abbiamo determinato in commissione riguarda chi ha già fatto lo scrutatore nell’ultima tornata: non potrà rifarlo per la seconda volta consecutiva. Con quest’altra misura intendiamo dare la possibilità anche ad altri di poter accedere al sorteggio». 

L’Ufficio incaricato redigerà nei prossimi giorni un modulo ad hoc che dovrà essere prodotto da coloro che faranno istanza di partecipazione alla misura.

La condizione unica e necessaria per essere inseriti nella lista elettorale ‘dedicata’ è certificare la contingenza dello status di disoccupazione.

Le modalità di nomina saranno effettuate sempre mediante sorteggio pubblico. 

Notte Bianca XIII edizione, iniziato il countdown

notte-bianca-5-gennaio-2016-cava-de'-tirreni-vivimediaCAVA DE’ TIRRENI (SA). Notte Bianca 2018, 5/6 gennaio, di musica, divertimento, shopping con l’avvio dei saldi, in piena sicurezza. Per i più piccoli dalle 18.00 si parte con animazione sotto l’albero, lungo il corso porticato e a Largo Bonifacio, alle 20.00 sul palco di corso Garibaldi il concerto per tutti i “pirati della fantasia” di Giorgio Vanni, (ospite anche del Cavacon Winter Edition 2018 alla Mediateca Marte).

Befane giganti, clown e la Street Band, dalle ore 20.00, accoglieranno e divertiranno grandi e piccini lungo il corso porticato del Borgo Grande; alle 21.00, sul palco centrale di piazza Vittorio Emanuele III (piazza Duomo) aprirà la lunga notte di musica, il cantante targato “Amici”, Alex Mininni, che accompagnerà gli spettatori fino alle 22.00 quando sul palco salirà Roberto Vecchioni.

“La scelta di Vecchioni – ha affermato il Sindaco Vincenzo Servalli nell’incontro di stamattina con i giornalisti – si inserisce nel progetto di Cava de Tirreni Città della Cultura. Il 2018 ci vedrà impegnati maggiormente in questa direzione e anche la notte bianca deve inserirsi in questo percorso. Occasione certo di divertimento, shopping, ma anche di incontro tra generazioni e non una banale manifestazione fine a se stessa. La città che noi vogliamo costruire è questa, dando fiducia ai giovani ma proponendo un modello fatto di eleganza, civiltà, senso civico, appartenenza, cultura, che peraltro sono stati sempre i tratti distintivi di Cava de’ Tirreni”.

Il professor Vecchioni, alle ore 17.00, terrà un incontro, condotto dal giornalista Antonio Di Giovanni, con i giovani, nella Sala del Consiglio. Una occasione per scoprire anche l’uomo, l’artista, il saggista, lo scrittore, il docente universitario e commentatore per importanti testate giornalistiche nazionali.

Ad animare con la musica anche i Caffeina Band, alle 21.30 in piazzetta Di Mauro al Borgo Scacciaventi e dalle ore 24.00 poi, sul palco centrale, la Notte Bianca proseguirà con Paola Forleo & Four For One Band, l’animazione caraibica di Peppe Granato. A condurre la serata saranno Alfonso Senatore, Manuela Pannullo e Dino Della Porta.

Stamattina si è anche tenuto un nuovo incontro per definire gli ultimi dettagli sulla sicurezza che vedrà in campo circa 100 agenti tra Polizia Locale e Forze dell’Ordine.