giornata biancoblù

ricerca per tag

 
 

Il Rende espugna la Cavese nella giornata biancoblù

cavese-rende-cava-de'-tirreni-aprile-2016-vivimediaCAVA DE’ TIRRENI (SA). Doveva essere la giornata della consacrazione in testa alla classifica per la Cavese. Anche per questo la società aveva indetto la giornata biancoblù. Invece i duemila accorsi al Simonetta Lamberti hanno assistito alla più brutta partita della stagione dei propri beniamini e, forse, al tramonto dei sogni di promozione. Il Rende conferma le cose positive fatte nel girone di ritorno e si trasforma nel peggior incubo per la squadra allenata da Aldo Papagni. La gara si apre con i locali che premono subito sull’acceleratore e al 2′ si fanno sotto con Varriale che viene lanciato in area di rigore calabrese da De Rosa ma tutto è vanificato dal fuorigioco segnalato dal secondo assistente dell’arbitro. Al 3′ il capitano De Rosa si invola sulla sinistra dopo aver recuperato palla a centrocampo ma nessuno dei compagni ne approfitta e l’occasione sfuma. Due minuti più tardi la scena si ripete. Per il Rende sbroglia la matassa Musca. Ma risulterà solo un fuoco di paglia l’avvio metelliano. Gli ospiti escono dal guscio al 9′. Una punizione dalla trequarti di Fiore pesca Ginobili davanti a Conti ma l’incornata é debole ed è neutralizzata. I calabresi trovano però il gol al 13′ pt. Punizione teleguidata dai trenta metri all’incrocio dei pali di Musca, complice il portiere Conti fuori posizione. Sulle ali dell’entusiasmo e con la Cavese ancora sotto shock il Rende ci riprova al 15′ con Gigliotti. Ma questa volta Conti c’è e mette in angolo. La gara aquilotta si fa in salita. Proia al 17′ non è fortunato dal limite. La sua conclusione si alza di un palmo sulla traversa. La giornata è stregata per i colori biancoblù. Il Rende ne approfitta. Al 25′ errore della difesa metelliana con Galullo che permette a Gigliotti di andarsene sulla fascia e crossare per Actis Goretta che con una palla sporca, deviata anche da un difensore locale, scavalca Conti. La Cavese prova a reagire ma nè Varriale, al 26′, e nè D’Ancora, al 31′, riescono a superare De Brasi, attento in entrambe le occasioni ad addomesticare le conclusioni. Gli ospiti continuano in contropiede a farsi pericolosi e al 31′ è ancora l’ottimo Gigliotti a impegnare severamente Conti che sventa in angolo. Gli aquilotti non riescono a riordinare le idee e chiudono la prima parte del match senza colpo ferire e con il pubblico di fede metelliana che si spazientisce per i tanti errori commessi dai propri beniamini. La ripresa si apre con una ghiotta occasione sui piedi di De Rosa grazie a una punizione dal limite che però spara alle stelle al 5′. Il Rende continua a farsi pericoloso al 7′ con una prima conclusione di Gigliotti sulla quale si supera Conti e una seconda di Fiore che scheggia l’incrocio dei pali. Ancor più pericolosa l’azione del 9′st con Actis Garella che dal limite, tutto solo, non centra lo specchio della porta. Ancora Rende in contropiede al 20′st. La conclusione di Papa, che si era infilato in area dalla sinistra, finisce sull’esterno della rete. Al 27′st è Fiore che impegna Conti. Il primo tiro aquilotto arriva al 36′st con Gatto che coglie in pieno la traversa. Ma le speranze metelliane di raddrizzare la partita vengono definitivamente spazzate vie dal terzo gol ospite che arriva in pieno recupero. E’ il nuovo entrato Kyeremateng che supera un inguardabile Galullo sulla fascia destra e il portiere Conti nel cuore dell’area cavese, insaccando tra gli applausi sarcastici degli sportivi metelliani nei confronti dei propri calciatori. Una sconfitta cocente quella maturata al Lamberti che rischia di vanificare tutti gli sforzi finora fatti dal presidente Campitiello, visibilmente amareggiato mentre abbandona la tribuna. Domenica urge un immediato riscatto a Marsala. Basterà?


CAVESE 0 RENDE 3

CAVESE (3-5-2): Conti, Cicerelli, Donnarumma (11′st Puntoriere), Maraucci, Sicignano (34′ pt Criniti), Galullo, Proia, Dio Deo, Varriale, De Rosa (26′st Gatto), D’Ancora. A disp.Cirillo, Padovano, Mansi, Sabatucci, Ricciardi, D’Anna. All. PAPAGNI Aldo

RENDE (4-4-2): De Brasi, Bruno, Ruffo, Benincasa, Musca, Ginobili, Gigliotti (11′st Zangaro), Fiore (40′st Piromallo), Actis Gorett (44′st Kyeremateng), Papa, Falbo. A disp. Palumbo, Azzinnaro, Scarnato, Sanzone, Marchio, Formosa. All. TROCINI Bruno.

ARBITRO: RUGGIERO Michele (Roma1), I ass. Barone (Roma), II ass. Rizzotto (Roma2).

Reti: 13′ Musca (R), 25′ Actis Goretta (R), 46′st Kyeremateng.

Note: cielo sereno, terreno in perfette condizioni. Spettatori 2000 circa. Ammoniti: Fiore (R), D’Ancora (C), Bruno (R), Galullo (C), Angoli: 6 a 4 per il Rende. Recuperi: 1′pt, 5′st. La società ha indetto la giornata biancoblù.