vietri sul mare

ricerca per tag

 
 

L’Orchestra Giovanile Napolinova inaugura la XVIII edizione dei “Concerti d’estate di Villa Guariglia in tour”

orchestra-giovanile-napolinova-vietri-sul-mare-luglio-2015-vivimediaVIETRI SUL MARE (SA). Sarà l’Orchestra Giovanile Napolinova, nata lo scorso novembre a Napoli e che conta nel suo organico i migliori strumentisti italiani scelti con apposite audizioni, ad inaugurare martedì 21 luglio, alle ore 20.30, nella cornice dell’Area Archeologica di Fratte la XVIII edizione dei “Concerti d’estate di Villa Guariglia in tour”, il festival organizzato dal Cta di Vietri sul Mare, nella persona di Antonia Willburger, in collaborazione con la Provincia di Salerno, il Comune di Salerno, l’Ept, la Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, il Comune di Cetara, il Comune di Praiano, la Coldiretti-Campagna Amica e l’Associazione Amici dei Concerti di Villa Guariglia. Si conferma anche quest’anno l’importante sodalizio con il Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci” di Salerno che firma cinque concerti in cartellone.

mariano-patti-vietri-sul-mare-luglio-2015-vivimediaL’ Orchestra Giovanile Napolinova, diretta dal M° Mariano Patti, inaugurerà la serata con il Divertimento KV136 che  Wolfgang Amadeus Mozart compose nell’inverno salisburghese del 1772. Il contenuto musicale del Divertimento K. 136 rivela chiaramente il travaglio formativo attraversato da Mozart nell’età dell’adolescenza; il tipo di scrittura predominante nel brano è quello sopra descritto, di derivazione tipicamente italiana (e d’altra parte enorme era stato l’arricchimento cognitivo del giovane durante i viaggi in Italia); il primo movimento (Allegro) si snoda agile e cordiale sugli schemi riconosciuti della Sinfonia italiana, con il serrato dialogo delle due parti di violino e il discreto accompagnamento di viole e violoncelli; il centrale Andante svolge con partecipata proprietà il contenuto affettuoso e idilliaco, mentre il Presto suggella il breve brano con fare spigliato e divertito; ma proprio in quest’ultimo movimento è sorprendente notare l’improvvisa scrittura contrappuntistica della sezione dello Sviluppo (una chiara influenza dello stile salisburghese di Michael Haydn), mentre già nel primo tempo il vasto uso di modulazioni al modo minore (sempre nello Sviluppo) spostava l’ambientazione espressiva verso traguardi ignoti al disimpegnato gusto italiano. Nella sua semplicità, questo Divertimento si rivela risultato di molteplici suggestioni culturali, e quindi un esempio in nuce di quella personale rielaborazione di differenti modelli che porterà l’enfant prodìge verso la conquista del proprio superiore linguaggio. Si procederà quindi con la Serenata op.20 in Mi minore, composta nel 1882 da Sir Edward Elgar. La fama mondiale di Edward Elgar ebbe inizio nel giugno del 1899 con la prima esecuzione assoluta, a Londra, delle Enigma Variations: una composizione basata su un tema binario seguito da quattordici variazioni in cui albergano due enigmi. Spontanea, apparentemente dimessa e senza intenti enigmatici è la Serenata per archi composta da Elgar nel 1892. La breve composizione, un piccolo gioiello molto amato dall’autore, si divide in tre parti e si caratterizza, come molte altre, per l’immediatezza dell’ispirazione, a cui Elgar credeva fermamente. Egli era infatti solito dire che “la musica è scritta sulle nuvole del cielo, è nell’aria tutt’intorno a noi, basta stendere la mano e prenderne quanta se ne vuole”, essenza di una incofessata spiritualità e di melanconica attesa. Finale affidato alla Holberg Suite  di Edvard Grieg, un brano composto nel 1884 che vuole essere un omaggio allo scrittore e uomo di teatro Ludvig Holberg, vissuto tra il 1684 e il 1754 e ritenuto personaggio centrale della letteratura danese del suo tempo, tanto da essere definito il Molière del Nord. Grieg ebbe stima per questo autore che era nato nella sua stessa città e per il suo teatro dalle venature ironiche, satiriche e popolaresche e nella Suite ha voluto disegnare, come un prezioso medaglione, cinque momenti musicali nello stile settecentesco, quasi a rievocare in sintesi il clima sorico dell’epoca di Holberg. La composizione si apre con un Preludio su ritmi di fanfara, una specie di intrada con andamento simile alla marcia. Seguono poi una solenne Sarabande e una graziosa e piacevole Gavotte, due tipi di danza molto diffusi nel Settecento. Il momento più intensamente espressivo della Suite è l’Aria, così contemplativa, nella sua assorta e pensosa linea melodica mentre il Rigaudon, danza di origine provenzale, conclude in maniera spigliata e brillante il lavoro di Grieg di gusto vagamente naìf nella sua misurata rivisitazione dell’antico rococò.

Mercoledì sera (22 luglio) all’Area Archeologica di Fratte si cambierà registro con una prima nazionale prodotta dal Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci” di Salerno. Lo spettacolo “Lucio incontra Lucio” (5 euro il costo del biglietto) è un progetto musicale che s’ispira ad uno dei capitoli più bella della storia cantautorale italiana, la vita di Lucio Dalla e Lucio Battisti viste in parallelo. Come parallela è la loro nascita a distanza di dodici ore. Ed è questo il punto di partenza di questo spettacolo scritto dal M° Liberato Santarpino e firmato alla regia da Sebastiano Somma. Sebastiano Somma è anche in scena come attore: è sua la voce narrante che si intreccia tra le esecuzioni dei brani eseguiti dalle voci del Martucci Vocal Ensemble, accompagnate da un sestetto jazz capitanato da Sandro Deidda al sax e Guglielmo Guglielmi al pianoforte. Le scenografie sono di Luigi Ferrigno, le immagini disegnate sono di Mariano Soria e Irene Servillo. Per info e prenotazioni: 089 2580080, 089 241086, 089 211285.

Controllo di Vietri, installate nuove telecamere

telecamere-controllo-vietri-sul-mare-luglio-2015-vivimediaVIETRI SUL MARE (SA).  Prosegue l’opera di controllo del territorio di Vietri sul Mare. E’ stato installato, infatti, a Raito il sistema di videosorveglianza, con l’installazione di telecamere in punti strategici della frazione vietrese. Il sistema sarà attivo nelle prossime settimane anche a Iaconti. Dopo Vietri capoluogo, dunque, l’attenzione dell’Amministrazione Comunale, retta dal sindaco Francesco Benincasa si sposta rapidamente verso le frazioni alte del territorio. Questo nella costante ottica di assicurare sicurezza ai propri concittadini. Il sistema è collegato con la Polizia Locale e con le forze dell’ordine preposte per un monitoraggio completo del territorio. L’intervento è seguito e promosso dagli assessorati all’informatizzazione e alla sicurezza, retti rispettivamente da Giovanni De Simone ed Enzo Alfano. «E’ un ulteriore intervento – dicono gli esponenti dell’amministrazione comunale – teso a tranquillizzare la popolazione di Vietri sul Mare ed in particolare delle frazioni alte. Dopo Vietri ed ora Raito contiamo in tempi brevi di assicurare massima copertura su tutto il territorio. A partire da Iaconti che tra qualche settimana beneficerà del servizio di videosorveglianza».

Nuova opera di Soleri a Vietri

opera-solieri-vietri-sul-mare-giugno-2015-vivimediaVIETRI SUL MARE (SA). Domenica 28 giugno 2015 alle ore 10.30 s’inaugura l’opera realizzata da Paolo Soleri e posizionata in via Madonna degli Angeli. Alla presenza del sindaco Francesco Benincasa e dell’amministrazione comunale si terrà la cerimonia di inaugurazione dell’opera dell’architetto italo americano. Si tratta di una scultura in cemento armato e bronzo. Le campane in bronzo, prodotte presso la fonderie di Arcosanti in Arizona, sono collegate nella zona apicale alla scultura alta 7 metri in cemento armato a vista: le campane sono sospese dal piano stradale dell’ex statale 18. 

Un nuovo capolavoro che rendarà ancora più mirabile lo scorcio di Vietri che si affaccia su Salerno e che comprende la meravigliosa Villa Comunale,il Palazzo Soleri ,sede della ceramica artistica Solimene,il complesso giovanile dell’Oratorio salesiani Don Bosco,un sottopassaggio opera di artisti vietresi ,e della Piazzetta Amendola ,un vero e prorio museo d’arte all’aperto che ,per molte volte viene 2offeso” da atti vandali,ma che rende Vietri un posto unico .

Rubato il “ciucciariello” vietrese

VIETRI SUL MARE (SA). VIETRI SUL MARE (SA). Inizia l’estate ed i vandali, ma soprattutto i ladri, mettono a segno un altro colpo a Vietri sul mare.
ciucciariello-vietrese-rubato-vietri-sul-mare-giugno-2015-vivimediaDopo la distruzione delle fontane delle “Tartarughe”, con l’asportazione delle piccole tartarughe in ceramica e l’amputazione di quella della “Lucertola”, avvenuta l’anno scorso, la notte scorsa i ladri hanno portato via l’emblema di Vietri sul mare.
Il “ciucciariello “ vietrese, l’opera (rifatta) di Richard Dolker, grande artista del periodo “tedesco “ vietrese, che diede un grande impulso alla conoscenza ed alla commercializzazione del prodotto ceramico vietrese nel mondo.
L’opera era stata apposta a Piazza Matteotti, sopra la fontana decorata con le mattonelle di un altro grande artista vietrese, Giovannino Carrano, in occasione del 50° anniversario della nascita dell’asinello vietrese.
Ma come se non bastasse il furto dell’asinello, è scomparso pure il “Gattino” vietrese, un’altra opera che era stata apposta sempre a Piazza Matteotti in occasione della manifestazione “Buongiorno Ceramica”.
A questi furti vanno aggiunti i danni, riparati ma con visibili sfregi permanenti, alla “Sirenetta”, la distruzione dei bagni pubblici, decorati sempre con ceramica vietrese a Marina, oltre alla costante opera di trafugazione di piccole opere in ceramica che, da tempo, l’amministrazione comunale di Vietri, sta mettendo in piazze, vicoli e strade, per cercare di rendere Vietri un “Museo a cielo aperto”.
gattino-vietrese-rubato-vietri-sul-mare-giugno-2015-vivimediaIl Sindaco Francesco Benincasa e l’assessore alla ceramica Giovanni de Simone hanno immediatamente denunciato il furto alla locale caserma dei Carabinieri, muovendosi celermente e sperando che i colpevoli siano presto denunciati alle autorità competenti.
Rabbia, indignazione, ma soprattutto una sensazione di impotenza, questi sono i sentimenti che accomunano cittadini ed amministrazione, consci che i furti, forse su commissione, vista l’abilità con cui il “ciucciariello” e la “gattina” sono stati asportati, sono un chiaro segnale di sorta di impunità di cui i ladri sembrano aver preso coscienza.
Le telecamere sul territorio potrebbero aver filmato il furto, ed ovviamente vi sono le indagini del caso in corso per risalire ai responsabili.
Rimane il fatto che ad ogni inizio estate Vietri è “violentata”, deturpata, offesa e vilipesa da ladri e vandali.
Rimane comunque una domanda che molti cittadini stanno ponendo e ponendosi: ”Ma è possibile che nessun cittadino vietrese abbia visto o sentito nulla?”.
Una domanda che sembra, per ora, destinata a rimanere senza risposta, come per gli scorsi furto e gli scorsi danneggiamenti alle opere degli artisti ed artigiani vietresi.

Un successo “Buongiorno Ceramica“ a Vietri, miglia di turisti hanno affollato il centro costiero

buongiorno-ceramica-miss-e-mister-svizzera-vietri-sul-mare-giugno-2015-vivimediaVIETRI SUL MARE (SA). Migliaia di turisti si sono riversati a Vietri sul mare per la tre giorni di “Buongiorno Ceramica“ organizzata dall’AICC e che ha visto coinvolti i 37 comuni di antica tradizione ceramica.
Una Vietri che è diventata un laboratorio artigianale a cielo aperto, con tornianti, pittori, scultori e ceramisti che hanno dato un saggio della loro bravura ai turisti che, da ogni parte d’Italia hanno scelto Vietri come meta di vacanza, anche culturale.
L’evento che ha visto la sinergia tra amministrazione comunale, Pro Loco, Forum dei Giovani, Associazione ristoratori e CTA di Vietri sul Mare, è stato un momento di grande confronto e di disponibilità da parte di tutti per permettere ai ceramisti di far uscire dalle loro botteghe l’arte ceramica, per portarla in strada, dove in tantissimi si sono cimentati nella scoperta, nel produrre e nel dipingere opere artistiche in ceramica.
Giovani, e meno giovani, si sono cimentati con i torni, i pennelli, la creta, e molti di loto hanno prodotto delle vere e proprie opere d’arte che poi dopo si sono portati a casa, a ricordo di una splendida giornata di arte e cultura.
Nei ristoranti sono state servite le pietanze in piatti tipici vietresi e dopo, come ricordo, hanno voluto potarsi via lo stesso piatto come souvenir.
Tra i tanti artisti di fama nazionale che hanno fatto tappa a Vietri, anche importanti personaggi dello spettacolo, come Mister e Miss Svizzera che è stata “adottata” come madrina dell’evento. Da sottolineare anche il grande afflusso di visitatori al Museo multimediale della ceramica a Palazzo della Guardia .
”Una manifestazione riuscita – ha dichiarato il sindaco Francesco Benincasa – grazie anche alla grande sinergia creatasi tra tutte le associazioni e l’ente comune. Vietri è veramente stata per tre giorni la “capitale “ della ceramica “.
”Un ringraziamento – ha detto Giovani de Simone assessore alla ceramica – ai tanti turisti che hanno fatto tappa a Vietri, ma soprattutto ai ceramisti vietresi, è stato bellissimo vedere il nostro paese pieno di tante persone, e questo è solo l’inizio di un percorso culturale e turistico che ci vede impegnati a portate Vietri nel gotha del turismo culturale”.

Al via i lavori per il vettore meccanico

ascensore-cittadino-vietri-sul-mare-vivimediaVIETRI SUL MARE (SA). Un ascensore, o vettore meccanico in termini tecnici, che unirà la Stazione ferroviaria di Vietri con il parcheggio di Piazza Matteotti presto sarà una realtà. Sono stati infatti richiesti alla Regione Campania i soldi per la costruzione del vettore che permetterà ai turisti che arriveranno a Vietri con il treno e agli automobilisti che parcheggeranno le loro auto nel piazzale della stazione ferroviaria, di poter raggiungere il centro di Vietri comodamente, non intasando con le auto il piccolo parcheggio di Piazza Matteotti. Un progetto che è stato approvato con una delibera di Giunta del 10 Gennaio e che recepisce scelte della Giunta Regionale che ha operato una scelta strategica volta all’accelerazione della spesa dei Fondi Strutturali attraverso interventi finanziati dal POR FESR 2007-2013 denominato “REALIZZAZIONE VETTORE MECCANICO DI COLLEGAMENTO TRA PIAZZA MATTEOTTI E L’AREA STAZIONE, redatto dall’arch. Carmine Spirito con studio in Salerno; per un importo di circa 1.700.000 euro e che sarà seguito dal Responsabile Settore Tecnico Manutentivo arch. Katia Mascolini, in qualità di RUP per la predisposizione di tutti gli adempimenti di competenza per la definizione della procedura. Un progetto che era uno dei “sogni” di molte amministrazioni precedenti, da Cesare Marciano a Alfonso Giannella, ma che non aveva mai visto l’iter completato per le difficoltà di realizzazione e di progettazione. Ora, sembra, che finalmente, con l’approvazione del progetto esecutivo, esso possa diventare realtà e sarà indubbiamente un “cavallo di battaglia” del Sindaco uscente Francesco Benincasa nella prossima campagna elettorale. Ovviamente non mancheranno le polemiche sulla sua effettiva utilità, sulla sua realizzazione e se i finanziamenti potevano essere investiti in altro modo. Ma questo sarà sicuramente oggetto di confronti forti in sede di campagna elettorale, ma le polemiche, se ci saranno, dovranno tenere conto che, senza dubbio, a Vietri, dopo il Piano PUE, questo rappresenta il più grosso finanziamento ottenuto dalla Giunta Benincasa. Ora non resta che attendere l’inizio dei lavori, per saggiare la bontà della scelta, l’utilizzo del vettore meccanico, la celerità nei lavori e se questo progetto rappresenta, così come dichiarato dal Sindaco Francesco Benincasa, una vera e propria svolta nelle scelte progettuali del Comune, per ridare a Vietri il ruolo di paese turistico e accogliente che, oggettivamente in questi ultimi tempi si è un po’ appannato.

VIETRI SUL MARE (SA). Un marciapiede “killer”

marciapiede-killer-curva-vietri-sul-mare-marzo-2014-vivimediaContinuano con grande lena e soprattutto con un grande dispiego di forze e di imprese, pubbliche e private, i lavori che l’amministrazione del Sindaco Francesco Benincasa ha deciso di portare a termine prima delle fine del suo mandato .Alberi nuovi sulla Piazzetta, l’apposizione di ceramiche in punti strategici e panoramici del paese, come la strada che sale da Marina, o la panoramica di Raito.Purtroppo pero’ molte volte i lavori non sono fatti con gusto o addirittura a regola d’arte e per un paese come Vietri,infatti, il gusto dovrebbe essere primario, ma molte volte latita. Succede così che i lavori di rifacimento di un marciapiede che porta alla fermata dei bus turistici, della SITA e del CSTP, siano diventati un vero e proprio “bancomat” poiché , forse per uno sbaglio nel progetto, forse per la troppa fretta, o per chissà quale altro motivo, questo marciapiede ha una pendenza inusuale.è inutilizzabile per i disabili e molti pedoni son caduti ,oltre agli autoveicoli che hanno subito danni alla carrozzeria, e quindi tante ,sembra, sono state le richieste di risarcimento danno al Comune l’Ufficio tecnico comunale che sicuramente avrà dato dato parere favorevole a questo “bruttura”, e quindi se il lavoro è stato fatto a regola d’arte , ci si è accorti che il marciapiede è praticamente inutilizzabile dai pedoni?. La ciliegina sulla torta è stato l’apposizione, dopo varie protesiste da parte dei cittadini, di paletti stradale ,(vedi foto) che danno un segno chiaro ed inequivocabile della precarietà e del cattivo gusto con cui è stato effettuato questo lavoro.

VIETRI SUL MARE. Elezioni: i nomi dei probabili vice Sindaco. Michele Sarno ci ripensa. M5S in campo?

vietri-sul-mare-corso-3-vivimediaContinuano, febbrili, le consultazioni e gli “arruolamenti” da parte degli, oramai quasi certi, candidati Sindaco di Vietri alle prossime elezioni di fine maggio. Gli schieramenti si stanno delineando e i nomi dei candidati consiglieri appaiono sempre più probabili, soprattutto dopo le ultime notizie che danno almeno tre liste quasi definite. Molto forte è la componente dei movimenti e delle associazioni vietresi che hanno, quasi del tutto fatto, le loro scelte indicando i loro rappresentanti nelle liste che dovrebbero fare capo a Francesco Benincasa, Antonio Borrelli e Cesare Marciano i più quotati candidati sindaco. Ancora nebuloso appare la candidatura di Massimiliano Granozi. Ma la caratterizzazione di queste elezioni sembra essere soprattutto la velocità con cui si cerca di dare all’elettore i nomi dei probabili vicesindaci, cosa che sta prendendo piede in tutti i candidati. Per Francesco Benincasa, per la carica di vice, sembrano essere in pole-position Mario Pagano, che ha sciolto le riserve e quindi a differenza del suo compagno di partito Luigi Gorga, si ricandiderà e Patrizia Gadaleta, attuale segretario cittadino del PD; per la lista di Cesare Marciano un forte pretendente potrebbe essere Alessio Serretiello, espressione del movimento Rinascimento Vietrese o addirittura, se l’accordo con il centro–destra dovesse essere ratificato, si parla di Alessandro Schillaci attuale consigliere provinciale, mentre per la lista di Antonio Borrelli si parla di una donna di alto profilo professionale-politico o di un giovane professionista vietrese, che alcuni hanno individuato in Giuseppe Giannella, figlio dell’ex Sindaco Alfonso, espressione del movimento ImPatto Generazionale. Nulla trapela invece per cio’ che concerne i nomi della lista di Massimiliano Granozi. Ma la notizia dell’ultim’ora è il ripensamento di michele Sarno, che con una nota stampa, diramata in queste ore, ha rivalutato la sua posizione e molto probabilmente si ricandiderà: ”Vengo a conoscenza del fatto che negli ultimi tempi a Vietri sul Mare si stanno intensificando gli incontri preparatori.- dichiara Michele Sarno – alla composizione di un ragionamento teso a volere offrire alla comunità una prospettiva politica per le future elezioni. Al fine di sgombrare il campo da equivocità intendo rappresentare sin da ora, nel rispetto delle oltre 1500 persone che nella precedente tornata elettorale hanno riposto fiducia nella mia persona, il mio assoluto e totale impegno nell’accompagnare la comunità vietrese in quel percorso di cambiamento che è stato correttamente interpretato l’ultima volta dalla lista civica Vietri Viva. Tanto avverto la necessità di porre in essere al fine di evitare che si ritorni ad una situazione in cui a Vietri, sulla base della reviviscenza di vecchie incrostazioni e nomenclature politiche (che non hanno consentito lo sviluppo della nostra comunità), si veda ancora una volta bloccata la prospettiva di sviluppo. Sin da ora, quindi, intendo operare nel senso di verificare se quelle condizioni e che quel seme, che abbiamo piantato il 2009, possa finalmente germogliare per una Vietri che sia realmente Viva. ”Nel frattemposecondo indiscrezioni, sembrerebbe che si stia formando un lista del Movimento 5 Stelle, formata da molti vietresi, soprattutto giovani, che non si rispecchiano nei probabili candidati Sindaco espressi fino ad ora dalla politica locale e con la voglia di cercare di cambiare un paese che vede la crisi, turistica, economica, commerciale e di credibilità politica, ai minimi storici .

VIETRI SUL MARE (SA). Tavolo di crisi a Vietri: “Immediatamente azioni forti”. Polemiche sul mancato invito al Sindaco di Vietri

riunione-frana-tavolo-crisi-vietri-sul-mare-marzo-2014-vivimediaSi è svolta la riunione indetta dall’Ente Ceramica vietrese ,presieduta da Nicola Campanile a cui hanno partecipato il Presidente C.C.I.A.A. di Salerno Guido Arzano, il Presidente Provinciale CNA (Conf. Naz.Artigianato) Sergio Casola, il Direttore Provinciale CNA (Conf. Naz.Artigianato) Paolo Quaranta ,il Direttore Provinciale ASCOM-CONFCOMMERCIO Mariano Lazzarini ,il Segretario Provinciale ASCOM-CONFCOMMERCIO Imprese dei Servizi e Balneari Mario Giorgi ,il Segretario Confederale Provinciale CISL Salerno Matteo Buono,il Segretario Provinciale ADICONSUM Salerno Antonio Galatro ,il Presidente Associazione Ristoratori Vietri s/mare Luigi Chirico , e l’assessore al Turismo del comune di Vietri, Giovanni De Simone.Da un acceso dibattito e scaturito un documento inviato Al Prefetto di Salerno, Gerarda Maria Pantaloneal Presidente Conferenza Sindaci Comuni della Costa d’Amalfi Antonio Della Pietra, al Presidente della Provincia di Salerno Antonio Iannone, Sindaco del Comune di Salerno Vincenzo de Luca ed al Sindaco del Comune di Cava de’ Tirreni Marco Galdi

“Il perdurare delle condizioni di inagibilità del tratto di strada Salerno –Cava –recita il documento-sta acuendo le già gravi condizioni economiche e sociali di tantissimi cittadini ed imprese della provincia di Salerno, mettendo a rischio chiusura molte aziende e compromettendo una intera economia locale.
Sono sempre più numerose le segnalazioni di enormi difficoltà che pervengono da cittadini, lavoratori ed aziende che sono costretti a subire una situazione di pesante disagio sia dal punto di vista sociale che economico.
Il crono-programma ufficializzato dalla Prefettura di Salerno in data 26 Febbraio , a sedici giorni dal verificarsi dell’evento calamitoso, risulta disatteso, senza che siano state fornite alla cittadinanza motivazioni chiare ed ufficiali.
Ciò desta forti preoccupazioni circa il ripristino, in tempi certi e rapidi, delle condizioni minime di agibilità .
I firmatari chiedono alle S.V. di essere convocati, unitamente ai rappresentanti istituzionali di cui in indirizzo, con la Regione Campania, le Ferrovie dello Stato, la Società Autostrade Meridionali, ed CSTP di Salerno, affinché vengano definiti i tempi di conclusione dei lavori e il ripristino della viabilità ordinaria.
Inoltre, chiedono che vengano assunti i provvedimenti idonei a garantire la liberalizzazione senza limiti di fascia oraria del tratto autostradale Cava-Salerno e Salerno-Cava, l’incremento delle corse del servizio di trasporto pubblico su gomma e su rotaia da Vietri sul Mare a Salerno e viceversa.
Auspicando una urgente convocazione, i firmatari della presente comunicano che sono pronti ad assumere ogni iniziativa a sostegno delle motivazioni a base della richiesta, a sostegno dei legittimi interessi delle comunità locali.” Polemiche per il mancato invio della missiva al sindaco di Vietri sul mare Francesco Benincasa,come ha evidenziato il consigliere comunale Luigi Gorga :”
Strano e’ che un documento sottoscritto presso l’Ente ceramica vietrese e i cui sottoscrittori sono per la maggioranza cittadini vietresi,omettano di inviare il documento al Sindaco del Comune di Vietri. Delle due l’una o si tratta di una distrazione e in tal caso i firmatari sapranno, anche in virtu’ del ruolo pubblico che ricoprono, porre immediatamente rimedio oppure hanno inteso volutamente ignorare l’unica Istituzione locale che sulla questione e’ stata impegnata fin dal primo momento…e in questo caso a meno di non volere essere malpensante non riesco a coglierne i motivi.” Ma il Presidente dell’ECV Campanile ribatte :” Ho chiesto ed ottenuto la partecipazione anche dell’assessore comunale di Vietri Giovanni De Simone a titolo proprio di fugare ogni perplessità e affinchè sia chiaro che il Comune deve stare al nostro fianco.”

VIETRI SUL MARE (SA). Ragazzo vietrese salvato dalla buona sanità

Vietri-col-Duomo-380x_vivimediaCerto fa sempre notizia un caso di malasanità, ma molte volte un caso di buona sanità ha lo stesso impatto e probabilmente mette in luce le professionalità e l’abnegazione di medici, infermieri e personale sanitario ospedaliero, troppe volte messo all’indice da poche persone che non fanno il loro dovere o lo fanno male. E’ successo ad un ragazzo vietrese, Antonio Magliulo, vittima di un malessere improvviso, tanto da essere portato con urgenza al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Cava de’ Tirreni e il personale medico, vista la difficile situazione, dopo aver prestato le prime indispensabili cure del caso, hanno deciso di trasferirlo all’Ospedale S.Leonardo, dove è giunto in coma. ”Mio fratello Antonio – dichiara ancora incredulo il fratello Davide Magliulo – stava curando una forte bronchite a casa. Aveva febbre, stanchezza e tanta tosse. Giovedì scorso, verso le 8 di mattina, mia madre cerca di svegliarlo, ma mio fratello con lo sguardo nel vuoto non risponde, allora impaurita chiama il 118 che arriva sul posto subito ed il personale medico si accorge che mio fratello è in coma e lo trasporta a Cava dove viene intubato e sedato. Dopo la stabilizzazione e fatte le dovute analisi, verso le 12.00 viene portato all’Ospedale di San Leonardo di Salerno e messo in sala di rianimazione. Li’dopo 6 giorni di attesa, la determinazione, le cure, la tempestività dei soccorsi e delle decisioni, e molte preghiere, mio fratello riapre gli occhi e ci sorride. Immediatamente i medici lo stubano e gli tolgono il sedativo, viene portato dopo un giorno in reparto e pian piano sta recuperando le forze. Vorremo ringraziare – conclude Davide – tutti i medici e le strutture sanitarie di Cava e Salerno, perché, molte volte deve far notizia anche la buona sanità“.