Archivio

ricerca per autore

 

CAVA DE’ TIRRENI (SA). Nasce l’Associazione Vespa Club Cava de’ Tirreni

E’ stata presentata, questa mattina, sabato 4 gennaio, a Palazzo di Città, la neonata Associazione “Vespa Club – Cava de’ Tirreni”, presieduta da Roberto Vitale che ridà vita ad uno dei più prestigiosi e tra i primi Vespa Club d’Italia, nato a Cava de’ Tirreni nel 1949.

A ricordare la storia della Vespa, nata il 23 aprile del 1946, sono stati Vittorio Senatore che per ben 52 anni ha gestito, insieme a suo fratello Carmine, una rivendita Piaggio a Cava de’ Tirreni; l’Assessore all’Ambiente Nunzio Senatore promotore della nascita dell’associazione; il Presidente del Vespa Club metelliano Roberto Vitale; il Responsabile Vespa Club Campania Giuseppe Ruggiero; il Responsabile Vespa Club Vesuvio Adolfo Casaburi. A presentare l’iniziativa il giornalista Antonio Di Martino.

“È un gradito ritorno per la Città di Cava de’Tirreni – dichiara l’Assessore Nunzio Senatore – un sodalizio che associa gli appassionati di un mezzo di locomozione che ha letteralmente messo in moto l’Italia del dopoguerra e che ha vissuto nella nostra città dei fasti fin dagli inizi degli anni ’50, tanto che uno dei fondatori del Vespa Club d’Italia fu il cavese Renato Di Marino, ed ha avuto il Sindaco di allora, Eugenio Abbro tra i membri più attivi”.

Dopo la proiezione di un video con testimonianze di Andrea Fucile, dei coniugi Mario e Sandra Carozzi e di Ilario Lavarra, direttamente da Dubai, c’è stata la presentazione della maglietta e della fascia ufficiali del Vespa Club – Cava de’ Tirreni.

“E’ una emozione – dichiara Vittorio Senatore – veder rinascere il Vespa Club – Cava de’Tirreni, su iniziativa di Ugo Davide e spero che possa ripercorrere e rinverdire i fasti dell’epoca”.

Nel Salone d’Onore di Palazzo di Città, è avvenuto lo scambio di fasce tra gli appartenenti dei Vespa Club che sono intervenuti.

“Il nostro obiettivo – afferma il presidente Roberto Vitale – è riprendere una storia gloriosa e promuovere l’attività vespistica nelle sue molteplici forme, sportive, turistiche, culturali, ricreative e la conservazione del patrimonio vespistico”.

CAVA DE’ TIRRENI (SA). XV edizione della “Notte Bianca”

La grande musica di Ron, ma anche spettacoli per i più piccoli, con la magia dello strabiliante Zio Potter (da Italia’s Got Talent) e i divertenti giochi del Clown Lenny, la straordinaria “ConturBand e la grande parate dell’Epifania, per i più giovani, il rapper napoletano del momento “Geolier” e le band cavesi, con il sound dei “Deefback”, il pop rock femminile delle “Sheela Na Gig”, il beat partenopeo degli “Skizzekea”.

Si inizia alle ore 18 sul palco allestito all’ingresso nord del centro storico, in viale Garibaldi, con il presentatore Antonio Di Martino che darà il via alla Notte Bianca, con l’effervescente show di Clown Lenny e la sua giocoleria e magia comica. Subito dopo, sullo stesso palco, Zio Potter, il mago rigorosamente abbigliato secondo i canoni di Hogwarts, la famosa scuola di Harry Potter, con numeri di micromagia e uno spettacolo di cabaret magico, ricco di oggetti, colori, apparizioni, sparizioni, trasformazioni, manipolazione.

Seguiranno le sonorità dal funky al R&B al soul dei “Deefback” e il rock delle cinque ragazze “Sheele Na Gig”.

Lungo il centro storico porticato, invece, partiranno alle ore 18.30 le spettacolari esibizioni dell’allegra brigata della Compagnia degli Sbuffi con la “Epiphany Parade”, trampolieri, befane giganti, pupazzoni e caramelle per i bambini, che da viale Garibaldi arriverà in piazza San Francesco, mentre da piazza San Francesco partirà la spettacolare musica in movimento della “Conturband”, quindici musicisti che si esibiscono sullo stile delle street band americane di New Orleans.

Alle ore 18.30, intanto, il grande cantautore italiano RON incontrerà i giovani nell’Aula Consiliare di Palazzo di Città. Il giornalista Antonio Di Giovanni condurrà l’incontro con Rosalino Cellamare che racconterà la sua straordinaria vita, gli incontri con i più grandi artisti italiani e soprattutto con Lucio Dalla, e risponderà alle domande dei ragazzi.

Alle 21.30, i presentatori Manuela Pannullo e Alfonso Senatore sul palco centrale di piazza Vittorio Emanuele III, accenderanno la Notte Bianca con i saluti del Sindaco Vincenzo Servalli e il Concerto di RON che inizierà alle 22.00. Alle 00.30 di lunedì 6 gennaio, aprirà il giorno della befana il rapper napoletano del momento, Emanuele Palumbo, in arte “Geolier”, uno dei nomi più importanti dell’attuale scena rap napoletana. Classe 2000, divenuto famoso nel 2018 grazie al successo di P Secondigliano, brano divenuto virale sul web, è letteralmente esploso nel 2019 con la pubblicazione l’11 ottobre del suo album di esordio, Emanuele.

Alle 1.20 salirà sul palco la seguitissima band cavese degli Skizzechea che con il travolgente frontman Tony Musante ed il beat napoletano faranno continuare a ballare gli irriducibili della notte.

SALERNO. Befana in anticipo per i bambini del Ruggi

Regalo dell’Associazione Nazionale Commercialisti Salerno: domani cerimonia di consegna presso il reparto di Neonatologia.


Domani mattina, alle ore 10.30, l’Associazione Nazionale Commercialisti Salerno consegnerà un prezioso e funzionale regalo al reparto di Neonatologia dell’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona di Salerno.

Un’epifania anticipata, quindi, che consolida una lodevole iniziativa che si ripete per il quinto anno consecutivo diventando, così, un imperdibile appuntamento di inizio anno che persegue il vero spirito natalizio fatto di generosità, altruismo e sensibilità.

Un’iniziativa che, oltremodo, dimostra come i commercialisti salernitani siano vicini e sensibili alla salute dei cittadini, soprattutto dei più piccini, e alle problematiche del territorio manifestando la forte sinergia tra il mondo dei professionisti, delle associazioni e delle amministrazioni pubbliche.

Per quest’anno, in presenza del primario Maria Grazia Corbo, di tutto lo staff medico del dipartimento e dei membri dell’associazione benefattrice, verrà donata una culla per neonati, studiata specificatamente per il comfort e la sicurezza del bambino, al fine di offrire la soluzione più pratica e funzionale all’operatore sanitario.

«Per la neonatologia è un dono avente sia valore economico che funzionale. Rappresenta un elemento importante da prendere in considerazione quando nasce un bimbo. La culla, infatti, sarà il suo nido dalle prime ore di vita e costituirà un vero e proprio sistema di cura del neonato. Non bisogna dimenticare che i bambini sono il futuro della nostra storia, una risorsa che si deve coltivare nel presente ed il nostro compito è quello di provvedere a loro consentendogli di crescere nel migliore dei modi». Spiega il Presidente dell’ANC Salerno, Matteo Cuomo.

L’Associazione benefattrice, non è però nuova a opere solidali operanti sul territorio salernitano. Si ricorda infatti che, oltre alla consueta consegna di apparecchiature mediche, ogni anno vengono attribuite tre borse di studio a studenti meritevoli per l’iscrizione alla facoltà di Economia e Commercio dell’Università degli Studi di Salerno, e vengono devoluti contributi a favore delle mense dei poveri di Salerno e della LILT Salerno.

CAVA DE’ TIRRENI (SA). “Seguendo una stella …”, Abbazia della SS. Trinità

Domenica 29 dicembre, nello splendido scenario della Cattedrale dell’Abbazia Benedettina della SS. Trinità di Cava de’Tirreni, con inizio alle ore 20.00, è in programma il Concerto “Seguendo una Stella …”.

L’evento, giunto quest’anno alla terza edizione, è stato presentato stamane a Palazzo di Città nel corso di una conferenza stampa alla quale, oltre al direttore artistico del concerto, Chiara Gaeta, erano presenti il sindaco di Cava de’ Tirreni, Vincenzo Servalli e l’assessore alla cultura, Armando Lamberti.

Ospitato in uno scrigno di fede, tradizione e storicità, quale l’Abbazia della SS. Trinità di Cava de’ Tirreni, “Seguendo una stella …” è un concerto per un pubblico vasto, che affascina grandi e piccini. Co– organizzato dal Comune di Cava de’ Tirreni ed inserito nell’ampio cartellone degli eventi natalizi della città metelliana, il concerto nasce dalla voglia di valorizzare la tradizione natalizia e i suoi molteplici messaggi, il tutto proposto in un piacevole connubio tra recitazione e musica, spaziando da brani liturgici a quelli della tradizione natalizia della nostra regione, a brani popolari e internazionali, offrendo svariati spunti di riflessione su tematiche quotidiane incrociate alla fede.

L’evento vede la direzione artistica di Chiara Gaeta ed una formazione musicale d’eccezione:

  • Adolfo Del Litto, tastiere;
  • Maurizio Ponzo, plettri;
  • Domenico Andria, basso;
  • Martino Brucale, fiati e zampogne;
  • Christian Brucale, voce e percussioni;
  • Assunta Caputo, arpa;
  • Carmine De Domenico, tenore;
  • Coro di Santa Scolastica.

Ospite d’eccezione della serata, il Maestro violinista concertista, Gennaro Desiderio.

La direzione artistica ringrazia il Padre Abate dom Michele Petruzzelli e la comunità monastica della Badia di Cava per l’accoglienza e l’ospitalità.

CAVA DE’ TIRRENI (SA). Viadotto “Amerigo Vitagliano”

Si è svolta stamattina, la cerimonia di intitolazione ad Amerigo Vitagliano del viadotto che collega la località Tengana al trincerone, le cosiddette rampe.

Il Sindaco Vincenzo Servalli con l’omonimo nipote, ha scoperto la targa posta all’ingresso nord del viadotto, alla presenza dei familiari, Assessori e Consiglieri comunali e con la benedizione di Don Giuseppe Ragalmuto e padre Adriano Castagna, della Basilica della Madonna dell’Olmo.

L’ingegnere Vitagliano fu consigliere fondatore dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Salerno, restando in carica dal 1944 al 1956. Al termine della carriera professionale fu eletto Senatore dell’Ordine.

Portano la sua firma i progetti di molte opere pubbliche nella Provincia di Salerno, tra cui strade, edifici scolastici, edifici comunali, altre opere di urbanizzazione e depuratori. Progettò il centro sportivo del Vallo di Diano. Nell’ambito dell’edilizia industriale, progettò la costruzione e gli ammodernamenti degli opifici delle più importanti aziende dell’epoca, quali la “Di Mauro Arti Grafiche”, la “Lito Sud”, la “Medea” e, successivamente, la “Di Mauro Officine

Partecipò attivamente alla vita politica, propugnando la difesa dei diritti delle classi meno abbienti; ricoprì la carica di Consigliere comunale nelle file del PSI del Comune di Cava de’ Tirreni dal 1964 al 1970; ricopri la carica di consigliere di amministrazione dell’ Ospedale S. Maria Incoronata dell’Olmo e fu Consigliere della Provincia di Salerno.

“È un dovere ricordare coloro che hanno lasciato una traccia della loro vita nella storia della nostra città – afferma il Sindaco Vincenzo Servalli – I cavesi che lo hanno conosciuto lo ricordano per la sua signorilità e per le sue doti di uomo integerrimo, equilibrato, leale e dotato di un raro spirito di abnegazione per il lavoro. Per le sue doti umane e professionali è stato amato e stimato dai colleghi , dagli amministratori della nostra città e dai tanti concittadini che hanno avuto l’occasione di avvalersi della sua opera professionale o semplicemente dei suoi consigli, sempre disinteressati”.