ambiente & territorio

 

Cava de’ Tirreni (SA). 150 i lavori realizzati dagli studenti per “Riciclamiamo 2023”

Storytelling digitali tra le novitá di questa edizione.


Una sezione di lavori in digitale con il format dello Storytelling. Questa la novità per il 2023, del Calendario “RICICLAMIAMO” di Metellia Servizi dedicato alla raccolta differenziata e alla salvaguardia dell’Ambiente e realizzato dalla società in collaborazione con gli Istituti comprensivi e gli Istituti di Istruzione Superiore del territorio cittadino.

150 i lavori pervenuti dagli allievi dei 9 Istituti scolastici coinvolti, tra i quali sono stati selezionati i 13 utilizzati per la realizzazione della copertina e dei dodici mesi di “Riciclamiamo 2023”, secondo l’assegnazione di seguito riportata:

n. Assegnazione Materiale Istituto
1 Copertina IIS Della Corte – Vanvitelli
2 Gennaio RDM – Multimateriale Ist. Compr. S. Nicola
3 Febbraio Vetro Ist. Compr. Giovanni XXIII
4 Marzo Carta Ist. Compr. S. Lucia
5 Aprile FOU Liceo Scientifico A. Genoino
6 Maggio RAEE IIS Della Corte – Vanvitelli
7 Giugno Rispetto IIS Della Corte – Vanvitelli
8 Luglio Risorsa IIS De Filippis – Galdi
9 Agosto Responsabilità Liceo Scientifico A. Genoino
10 Settembre Pile Ist. Compr. Alfonso Balzico
11 Ottobre Farmaci Ist. Compr. Don Bosco
12 Novembre Secco indifferenziato IIS De Filippis – Galdi
13 Dicembre Centri di Raccolta Ist. Compr. Trezza – Carducci

Mascotte” del 2023, costante di tutto il calendario, è la tartaruga, realizzata con piccoli frammenti di vetro tutti colorati, firmata dal plesso di S. Arcangelo, classe V, Daniele D’Amico, dell’Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII”.

La giuria incaricata della selezione dei lavori ha, inoltre, assegnato 4 Menzioni speciali:

  1. Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII” – I A – Myrhiam Vitale
  2. Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII” – III F – Cristina Siani
  3. Liceo Scientifico “A. Genoino” – III H – Gaia Palma e Gaia Solfietti
  4. Istituto Comprensivo “Carducci–Trezza” – II D – Benedetta Briarero

Novità di Riciclamiamo 2023 è stata la sezione digitale con la produzione da parte degli studenti degli Istituti partecipanti di uno storytelling, cioè di “una storia”, con l’utilizzo di strumenti digitali, che attraverso la narrazione di un racconto affrontasse la tematica assegnata nell’ambito del progetto. In questo modo si è mirato a stimolare creatività e partecipazione, a facilitare l’apprendimento e il lavoro di gruppo.

Dei 9 storytelling pervenuti è stata stilata una graduatoria, di cui i primi tre classificati sono stati proiettati nel corso della conferenza stampa di presentazione del Calendario 2023.

1 Istituto Classe Alunno/i Mese Materiale
Istituto comprensivo “Giovanni XXIII” Giovanni Masullo Febbraio Vetro
2 Istituto Classe Alunno/i Mese Materiale
Istituto Comprensivo “Don Bosco” I A Plesso Pisapia Ottobre Farmaci
3 Istituto Classe Alunno/i Mese Materiale
Istituto Comprensivo “Don Bosco” Maurizio Trapanese / Alice Ercolino / Martina Sorrentino / Andrea Barrecchia /

Masullo Antonio / Natella Alessandra /

Ronca Lorenzo / Rybchuk Krystyna /

Santoro Giulia / Sorrentino Martina /

Tipaldi Federica / Tortora Giovanni

Ottobre Farmaci

Si avvia a conclusione un anno difficile ha affermato il Sindaco Servalli – nel corso del quale Metellia ha dimostrato una capacità significativa di adeguarsi ai cambiamenti. La presentazione del Calendario è divenuto un appuntamento importante per rafforzare l’identità della società ed il suo ruolo di servizio per la nostra città”.

Con 150 lavori realizzati dagli studenti degli Istituti partecipanti e una nuova sezione dedicata agli storytellingha dichiarato l’Amministratore unico della Metellia Servizi, Giovanni Muoioanche quest’anno Riciclamiamo si è confermato un progetto vincente. Un progetto nato per passione e che vive grazie alla passione e alla sensibilità, alla capacità di cooperare e fare squadra, al lavoro congiunto messo in campo dalla società e dagli Istituti scolastici del territorio. Riciclamiamo, infatti, costituisce un “sistema complesso”, il cui valore e utilità vanno ben oltre quella di un semplice calendario con la funzione di scandire il trascorrere dei 365 giorni dell’anno solare o quella di una “vetrina” in cui mettere in bella mostra i lavori, variegati e variopinti, prodotti dagli studenti delle strutture scolastiche del territorio di Cava de’Tirreni, ma che mira a dare il proprio contributo lanciando messaggi di tutela ambientale, di rispetto per la natura, di comportamenti virtuosi, non solo sotto il profilo squisitamente ambientale, ma afferente al tema della cittadinanza a 360°”.

Cava de’ Tirreni (SA). Metellia, “Sicuri del nostro lavoro”

Progetto Metellia, settimana europea salute e sicurezza 24-29 ottobre


Al via la terza edizione della Settimana per la Sicurezza di Metellia Servizi dal titolo “Sicuri nel nostro lavoro” che si terrà dal 24 al 29 ottobre prossimo nell’ambito della “Settimana europea per la salute e la sicurezza sul lavoro 2022”.

Riservato al personale aziendale, il progetto prevede un calendario di appuntamenti integrativi rispetto al programma di formazione e di sensibilizzazione dei lavoratori sulla sicurezza e sulla salute nei luoghi di lavoro che già correntemente la società espleta nel corso dell’anno.

Nel programma “Sicuri nel nostro lavoro” si è puntato ad offrire ai lavoratori sia iniziative afferenti alla salute e alla sicurezza personale e professionale che momenti di socializzazione e ludico-sportivi. La “Salute Alimentare” e la “Campagna Antitabagismo con esame spirometrico” sono, infatti, le tematiche che saranno affrontate all’interno dell’aula formazione della società in house con l’intervento di esperti della materia. Se da un lato, infatti, si punta a fornire ai lavoratori indicazioni per un corretto regime alimentare, anche in considerazione del tipo di attività lavorativa espletata e dei tempi di questa, dall’altro, si mira a far comprendere i pericoli del tabagismo, anche attraverso un esame di valutazione della funzionalità respiratoria come la spirometria.

Variegato anche il programma sportivo e di socializzazione messo a punto dalla municipalizzata del Comune di Cava de’Tirreni per la Settimana europea per la Salute e la Sicurezza sui luoghi di lavoro che spazierà dal Torneo di padel a quello di bocce, passando per le lezioni di pilates.

Anche per il 2022, l’iniziativa Metellia per la Sicurezza punta a rappresentare un’occasione di confronto e crescita attraverso la partnership, già avviata nel 2019, della Fisciano Sviluppo SpA, società operante nei medesimi settori di attività di Metellia.

“Nell’attività aziendale– ha dichiarato l’amministratore Unico della società, Giovanni Muoio – la sicurezza e la salute non rappresentano solo diritti inalienabili del lavoratore, ma anche una leva strategica per l’impresa che, garantendo un ambiente salubre e confortevole, permette al personale di essere più produttivo e riduce i costi sociali per infortuni e malattie professionali. Le iniziative, oltre a rientrare nelle azioni promosse dall’INAIL per la sicurezza dei lavoratori, si ricollegano direttamente alla filosofia aziendale che si fonda sul profondo rispetto del lavoro e della persona umana”.

Cava de’ Tirreni (SA) – Lombardia. Il volo di Giovanna Di Domenico, violoncello alle nozze di Federica Pellegrini ed al Gran Premio di Moto GP

Ha solo ventisei anni e già un bell’avvenire dietro le spalle, Giovanna Di Domenico, operativa in Lombardia ma cavese doc per residenza e origine (è figlia del dottor Maurizio Di Domenico e della cara Amanda P. Bough, purtroppo precocemente scomparsa poche settimane fa).

Suona da quando aveva dieci anni, ha fatto il suo primo concerto a dodici (da pianista), per specializzarsi poi nel violoncello sotto la guida di maestri coi fiocchi ( Maria Cristina Tortora dell’Accademia “Jacopo Napoli”, Silvano Fusco, Valeriano Taddeo, Ilie Ionescu…). Diplomatasi presso il Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino, ha intrapreso la via dell’insegnamento, in Lombardia, tra le province di Como e Milano (attualmente insegna a Saronno).

La sua passione però rimane la musica suonata. In questo campo sta prendendo il volo, e che volo, dopo un 2022 dorato che l’ha vista, tra l’altro, esibirsi in manifestazioni di risonanza nazionale e internazionale, come il matrimonio della “divina” Federica Pellegrini, supercampionessa di nuoto, e il Gran Premio di Motociclismo a Misano. Roba da squagliarsi di emozione. Ne parliamo direttamente con lei.

  • Quali immagini ti porti nel cuore, dopo questi due eventi esaltanti?

  • Impossibile dimenticare l’atmosfera del matrimonio di Federica Pellegrini, in quella magica serata. L’Isola delle Rose a Venezia, una location elegante, emozioni profonde, gioia diffusa in ogni angolo, la divina Federica più splendente che mai, la sposa sul palco a ringraziarci per aver animato la sua festa, il coinvolgimento di tutti in un’atmosfera assolutamente amicale…. E tanta musica nel cuore, oltre che dai nostri strumenti. Ci siamo sentiti anche noi degli invitati come gli altri…. Quasi una fiaba….

  • E a Misano?

  • Una storia completamente diversa, anche se altrettanto affascinante. Immaginate, nell’esecuzione, puntati direttamente su di noi gli occhi delle autorità e degli atleti e delle decine di migliaia sugli spalti e nel prato, senza contare i milioni in televisione. E noi in pista con gli strumenti pronti a suonare, con il cuore che correva come un treno.

  • Tra l’altro, avete intonato l’inno di Mameli…

  • È stato il momento più emozionante. Il cuore continuava a scoppiarci. Ma alla fine ce l’abbiamo fatta… e non nascondo che, per la gioia e lo sfogo della tensione, ci è anche scappata la lacrimuccia…

  • Chi erano i tuoi partner?

  • A Venezia ho suonato con la Arechi band, che, come dice il nome, è di origine salernitana. A Misano con il quartetto d’archi, guidato dal manager Davide Bulega, in cui mi sono inserita nel corso della mia esperienza di insegnamento in Lombardia. Con me al violoncello, c’erano ai violini Caterina Coco (milanese di residenza, siciliana di origine) e Silvia Beatrice Pagano, milanese, alla viola Matteo Lipari (comasco), alla chitarra elettrica Giulio Maceroni (comasco).

  • E ora, continuerai a fare il gabbiano…

  • Sì, ma pur sempre un gabbiano coi piedi per terra, con le spalle coperte dall’attività dell’insegnamento nelle scuola pubblica. E, pur proseguendo l’attività in Lombardia, rimango, nel cuore e nella residenza, una cavese doc. A Cava c’è la mia famiglia, che per me è un mondo d’amore. A Cava e nel territorio ci sono le mie radici forti, di affetti e formazione, sociale e musicale.

  • Da queste radici verrà ancora la linfa che darà forza alle tue ali.

  • Certamente, ed è bello sapere che ci sono state… e ci sono.

Cava de’ Tirreni (SA). “Oro blu. Non c’è acqua da perdere”

Al via il progetto di sensibilizzazione ambientale congiunto Ausino SpA e Metellia Servizi srl.


Metellia Servizi e Ausino insieme per l’Ambiente. Le due società in house providing hanno sottoscritto, questa mattina 1° agosto 2022, un protocollo d’intesa finalizzato all’ideazione, progettazione e realizzazione di attività ed iniziative di comunicazione, informazione e sensibilizzazione aventi ad oggetto la salvaguardia dell’Ambiente e delle risorse naturali.

Diversi gli obiettivi posti alla base del predetto protocollo d’intesa. Accanto a quello generale della formazione e del rafforzamento della cultura del rispetto delle risorse naturali, e – in particolare – dell’acqua e della corretta gestione del ciclo dei rifiuti, anche attraverso la lotta agli sprechi ed al proliferare dei costi e la salvaguardia del patrimonio idrico e la tutela del territorio, si registrano quelli relativi all’ideazione, progettazione e realizzazione di attività ed iniziative di comunicazione, informazione e sensibilizzazione sugli argomenti e temi connessi alle mission aziendali delle due società, nonché al coinvolgimento nelle attività ed iniziative congiunte a tema ambientale degli Istituti scolastici del territorio, anche attraverso contest e concorsi. 

Il lancio della collaborazione Metellia Servizi e Ausino per l’Ambiente sarà affidato a “Oro Blu. Non c’è acqua da perdere”, campagna di sensibilizzazione che mira a promuovere un corretto uso della risorsa idrica, adottando comportamenti responsabili e diretti ad evitare gli sprechi inutili.

Il progetto “Oro Blu. Non c’è acqua da perdere”, che si articolerà tra messaggi più concettuali sul tema della responsabilità nell’uso delle risorse naturali e consigli pratici per evitare gli sprechi, uscirà in contemporanea sui siti internet e sui social delle due società, oltre che con una campagna affissioni che coprirà il territorio comunale.

Il tema «Oro blu»ha spiegato l’Amministratore Unico Metellia Servizi, Giovanni Muoiosarà solo il primo che le due società in house providing affronteranno nell’ambito della collaborazione instaurata. A questo seguiranno campagne incentrate sui temi della tutela dell’ambiente e della corretta gestione del ciclo dei rifiuti. La tutela dell’Ambiente, in tutte le sue manifestazioni, è da sempre parte integrante della mission aziendale, come dimostrato dalle numerose iniziative e attività che Metellia porta avanti. In quest’ottica, il protocollo d’intesa con l’Ausino rappresenta un salto in avanti, attesa la necessità, di cui siamo estremamente convinti, che l’efficacia di qualsiasi azione di sensibilizzazione sia direttamente proporzionale alle sinergie che si riescono a creare sul territorio di riferimento”.

Entrambe le societàha dichiarato il Presidente Ausino SpA, Mariano Agrustanon da oggi, hanno incluso nelle proprie mission aziendali sensibilizzare i cittadini alla salvaguardia delle risorse naturali e più in generale alla tutela del territorio e dell’ambiente in tutte le sue forme. Essendo condivisa con la Metellia la convinzione che tali obiettivi possano essere perseguiti e raggiunti in modo più incisivo mettendo in comune le esperienze maturate nei rispettivi settori di competenza, abbiamo ritenuto naturale sottoscrivere il protocollo di intesa che oggi viene presentato. Abbiamo, dunque, pensato di dare avvio a questa collaborazione tra società con la campagna «Oro blu» che ha ad oggetto il rispetto della risorsa idrica ed il suo corretto utilizzo, perché mai come oggi, in un periodo di siccità globale, ogni cittadino deve essere consapevole che l’acqua è un bene prezioso, ma non infinito”.

Sono contentoha dichiarato l’Assessore all’Ambiente del Comune di Cava de’Tirreni, Nunzio Senatoredi essere testimone della sottoscrizione di questo protocollo d’intesa che mette insieme due eccellenze del territorio, Metellia Servizi e Ausino. Quello dell’emergenza idrica è un problema che si sta riproponendo con forza e per risolvere il quale dobbiamo tutti fare la nostra parte, come Istituzioni e come singoli cittadini. Dobbiamo lavorare per migliorare la rete idrica e, contemporaneamente, come singoli, dobbiamo cambiare le nostre abitudini e adottare comportamenti responsabili nell’uso quotidiano di questa risorsa. Ben venga l’estensione di questa iniziativa anche alle scuole del territorio. Come Amministrazione comunale siamo vicini a questo progetto e a tutti quelli che verranno posti in essere attraverso la sinergia di Metellia Servizi e Ausino”.

Cava de’ Tirreni (SA). Nasce il distretto della ceramica campana

Sottoscritto martedì 26 luglio, il primo atto, ma molto concreto, per la costituzione del Distretto della Ceramica tra le sette Città di antica tradizione ceramica della Campania, Ariano Irpino, Calitri, Cava de’ Tirreni, Cerreto Sannita, Napoli-Capodimonte, San Lorenzello e Vietri sul Mare.
Presso il Comune di Cerreto Sannita è stato costituito il Comitato Promotore con i rappresentanti delle sette Città campane della Ceramica, per l’occasione erano presenti il Coordinatore del Progetto, il vice presidente dell’Aicc (Associazione Italiana Città della Ceramica) Lucio Rubano, l’Assessore alle Attività Produttive del Comune di Cava de’ Tirreni, Giovanni Del Vecchio, il Presidente del Consiglio Comunale di Vietri sul Mare, Daniele Benincasa, l’Assessore alla cultura del Comune di Ariano Irpino, Lucia Monaco, il Vicesindaco di Cerreto Sannita, Mario Carangelo e il Vicesindaco di San Lorenzello, Elvio Sagnella, oltre all’amministratore del Gal Titerno, Elio Mendillo che ha svolto l’attività di supporto tecnico organizzativa.
“È un passo molto importante – afferma il coordinatore Lucio Rubano – perche finalmente si mettono basi concrete per la realizzazione di un progetto che vede tutte le sette Città campane insieme per un obiettivo comune che attiverà finanziamenti ed un circuito virtuoso nell’intera filiera della produzione ceramistica, del turismo e della cultura dei nostri territori e dell’intera regione, con indubbie ricadute economiche e occupazionali dei nostri territori”.
L’obiettivo finale del protocollo d’intesa è la costituzione di un partenariato pubblico privato per la valorizzazione della ceramica artistica e tradizionale della Campania, che dovrà essere riconosciuto dalla Regione Campania, con la quale istituire un Accordo di Programma finalizzato all’attuazione di una strategia comune tesa allo sviluppo e promozione della produzione ceramistica, del turismo e della cultura dei territori.
“Sono particolarmente soddisfatto – afferma il Sindaco Servalli – perché si concretizza un percorso iniziato nel 2017 proprio da Cava de’ Tirreni, quando, con tutti i rappresentanti delle Città della ceramica campana, si condivise la necessità di fare sistema, in un ottica di sostegno e rilancio della produzione della ceramica artistica e di design che in Campania ha una grandissima tradizione ed è un comparto produttivo importante, ma che ha bisogno di attenzione. Grazie al lavoro e l’impegno del vicepresidente dell’Aicc Lucio Rubano si sono messe le basi per costruire un percorso condiviso ed un progetto che possa essere un volano di crescita non solo per la ceramica, ma dell’economia complessiva dei nostri territori”.
Il nascente Distretto della Ceramica Campana, oltre agli Enti istituzionalmente competenti aggregherà gli stakeholders del settore (imprese produttive, operatori della ceramica, artisti, botteghe artigiane, associazioni di rappresentanza, ma anche scuole artigiane, musei, centri di raccolta e documentazione, etc.
“Nasce una nuova era per la ceramica campana – afferma l’Assessore alle Attività produttive Giovanni Del Vecchio – che supera il campanilismo e fa sistema. Dopo la Sicilia, siamo la seconda regione d’Italia a realizzare una rete con un percorso programmatico di sviluppo concertato e condiviso e con il più ampio partenariato rappresentativo del tessuto socio economico e produttivo della ceramica. Le sfide che ci attendono sono globali e bisogna essere preparati per affrontarle, ed è in quest’ottica che si muove la nostra azione amministrativa”.