ambiente & territorio

 

Cava de’ Tirreni (SA). È stato il plesso di Santa Maria al rifugio dell’istituto comprensivo Carducci – Trezza a conquistare il gradino piú alto del contest

3.426 kg totali di carta raccolti nei 18 plessi scolastici aderenti.


Cerimonia di premiazione, questa mattina, 28 maggio 2024, nell’Aula consiliare del Comune di Cava de’Tirreni, per il contest “Incarta la carta”, realizzato da Metellia Servizi, dall’11 aprile al 21 maggio, presso le Scuole primarie del territorio comunale. Il contest, inserito nella IV edizione della Paper Week, la campagna dedicata all’informazione e alla formazione su raccolta differenziata e riciclo di carta e cartone, organizzata da Comieco, in collaborazione con Federazione Carta e Grafica, Assocarta, Assografici, Unirima e con il patrocinio di ANCI, Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e Rai Per la Sostenibilità, è stato realizzato con il patrocinio del Comune di Cava de’Tirreni e la partnership di Futura Line Industry srl, Ariete srl e SE.RI. – Centro di Raccolta Ecologica.

Le scuole partecipanti: 6 Istituti comprensivi e 1 scuola paritaria,

  1. Istituto Comprensivo “A. Balzico”
  2. Istituto Comprensivo “Don Bosco”
  3. Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII”
  4. Istituto Comprensivo “S. Lucia”
  5. Istituto Comprensivo “S. Nicola”
  6. Istituto Comprensivo “Carducci-Trezza”
  7. Scuola Opera Pia Di Mauro

18 plessi aderenti, 2.048 alunni, oltre 52 ore di formazione sul tema della produzione, della raccolta differenziata e del riciclo della carta. Il tutto con una raccolta di carta nell’ambito delle attività di progetto pari a 3.426 kg. Questi i numeri di “Incarta la carta” che ha visto salire sul podio:

IC Plesso Sede n. Alunni Kg. carta totali                     kg. pro-capite alunno Premio

Buono da spendere in materiale didattico

1 Carducci – Trezza S. Maria al Rifugio p.zza Nicotera 80 700 8,75 € 500
2 S. Lucia S. Giuseppe al Pozzo Via XXV Luglio 7 60 8,57 € 300
3 Opera Pia Di Mauro Opera Pia Di Mauro S. Arcangelo 87 300 3,45 € 200

Il contest

In ognuna delle scuole primarie cittadine, target di progetto, è stato allestito, per una mattinata, un percorso didattico e ludico sportivo. Gli studenti hanno potuto partecipare consegnando, all’isola ecologica itinerante di Metellia Servizi allocata in area della scuola, un sacchetto di “carta con carta” che è stato il “biglietto” di ingresso per l’accesso a: un percorso didattico, con materiali sulla storia, la produzione, la raccolta differenziata e il riciclo della carta; un percorso ludico-sportivo, con attrezzi realizzati in carta. Al termine della mattinata gli studenti hanno ricevuto un gadget consistente in un “tangram” da ritagliare e rimontare a piacimento. Dietro ognuno dei 7 triangoli del “tangram” è stata indicata una buona regola per la raccolta differenziata di carta e cartone.

Il materiale raccolto dai singoli plessi è stato oggetto di pesata. All’esito della pesatura della carta raccolta in ogni plesso, sulla base del rapporto q.tà raccolta/nr. studenti, è stata stilata una graduatoria con assegnazione dei relativi premi.

Le attività sono state curate da Metellia Servizi e dai partner di progetto.

Cava de’ Tirreni (SA). Cerimonia Premiazioni Progetto “+ Scuola + Sostenibile – Accendi la tua idea per il futuro”.

All’IIS Della  Corte – Vanvitelli il premio di 5.000 euro messo in palio dall’organizzazione per la Sezione Istituti Superiori. “30 i lavori  presentati dagli studenti delle scuole secondarie di primo grado”.


Boom di lavori per il progetto “+ Scuola + Sostenibile – Accendi la tua idea per il futuro”, promosso da Metellia Servizi e dalla Fondazione Monte Pruno, in collaborazione con Banca Monte Pruno.

8 gli istituti scolastici partecipanti. 4 i lavori presentati nell’ambito della sezione riservata agli Istituti di Istruzione superiore e 30 quelli elaborati dagli studenti delle scuole secondarie di primo grado. Questi i numeri del contest diretto a diffondere la cultura della sostenibilità, anche in ambito scolastico, in accordo con i “goal” fissati dall’obiettivo 11 dell’Agenda 2030. Metellia Servizi e i partner di progetto, attraverso questo concorso, hanno voluto potenziare il ruolo delle comunità scolastiche ricreando all’interno delle stesse delle vere e proprie “palestre laboratoriali”, dove gli studenti potessero sperimentare l’ideazione di progetti innovativi. 

6 le scuole secondarie di primo grado e 2 gli Istituti di Istruzione Superiore partecipanti:

Scuole secondarie di primo grado:

  1. Istituto Comprensivo “A. Balzico”
  2. Istituto Comprensivo “Don Bosco”
  3. Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII”
  4. Istituto Comprensivo “S. Lucia”
  5. Istituto Comprensivo “S. Nicola”
  6. Istituto Comprensivo “Carducci-Trezza”

Istituti di Istruzione Superiore:

  1. IIS Della Corte – Vanvitelli;
  2. IIS De Filippis – Galdi.

La Commissione, costituita dai rappresentanti da partner di progetti ed esperti in materia di sostenibilità, ha proceduto alla valutazione dei lavori pervenuti secondo i criteri di: coerenza con il tema assegnato; attuabilità dell’idea; originalità; creatività; sostenibilità finanziaria dell’idea (criterio questo valutato solo per la sezione degli Istituti di Istruzione Superiore).

La Commissione, per quanto alla sezione riservata alle scuole secondarie di Primo grado, ha stilato la seguente graduatoria:

n. Istituto Classe Titolo elaborato Punteggio
1 IC Don Bosco 1C riduci il flusso! 86,67

 

n. Istituto Classe Titolo elaborato Punteggio
2 IC S. Lucia 3A Giardino verticale 85,33 (ex aequo)
2 IC S. Nicola 2B Viva la sostenibilità 85,33 (ex aequo)

 

n. Istituto Classe Titolo elaborato Punteggio
3 IC Don Bosco 1B Piedibus 80,00

 

Per il secondo ex aequo e per il terzo classificato, l’organizzazione del contest, per l’assegnazione dei premi in palio consistenti in buoni da spendere per l’acquisto di materiale didattico, si è determinata come di seguito:

n. Istituto Classe Titolo elaborato Punteggio Premio in euro
2 IC S. Lucia 3A Giardino verticale 85,33 (ex aequo) 200,00
2 IC S. Nicola 2B Viva la sostenibilità 85,33 (ex aequo) 200,00

 

n. Istituto Classe Titolo elaborato Punteggio Premio in euro
3 IC Don Bosco 1B Piedibus 80,00 100,00

Resta invariato il premio previsto per il primo classificato di questa sezione che ammonta a euro 500,00 da spendere in materiale didattico.

Per quanto alla sezione riservata agli istituti di Istruzione Superiore, la Commissione ha stilato la seguente graduatoria:

n. Istituto Classe Titolo elaborato Punteggio
1 IIS Della Corte – Vanvitelli 3°B e 4°A informatica – 3° A CAT – 4 A, B e C grafica – 3° e 4° Indirizzo Elettronica ed elettrotecnica – Alunni del triennio conclusivo in ambito PCTO Ogni goccia conta 81,33

All’IIS Della Corte – Vanvitelli è andato, quindi, il premio dell’ammontare di euro 5.000,00 da spendere per la realizzazione dell’idea progettuale presentata.

“La partecipazione registrata al progetto da parte degli studenti coinvolti – ha dichiarato l’Amministratore unico della Metellia Servizi, Giovanni Muoio – è stata per noi una prova concreta della validità dello stesso. Sono davvero tante le idee presentate dai ragazzi degli istituti scolastici cittadini per rendere la loro scuola, ma anche la loro città, più sostenibile, da realizzarsi con il loro impegno diretto. Questo conferma che continuare ad investire su di loro per un futuro migliore è la scelta giusta”.

“Si chiude – ha affermato il dott. Michele Albanese – questa fase del progetto dedicato alle scuole di Cava de’Tirreni, che ha messo al centro l’attenzione verso l’ambiente, con la volontà di costruire e contribuire ad una vera cultura green. Ci sarà una vera transizione ecologica solo quando tutti saremo coinvolti concretamente in tale processo e partire dai ragazzi delle scuole rappresenta la strada migliore per creare un futuro con una marcia ben diversa dal passato. La nostra Banca è sempre particolarmente attenta a queste dinamiche e saremo entusiasti di veder partire e seguire questo progetto di sostenibilità che auspichiamo possa essere d’esempio anche per altre realtà”.

MISSION DEL PROGETTO

Mission del progetto:

  • stimolare e approfondire la conoscenza degli studenti delle Scuole Secondarie di I grado sulle energie rinnovabili e sul loro potenziale;
  • fornire competenze in materia di sostenibilità ed economia circolare agli studenti delle Scuole Secondarie di II grado (3°, 4° e 5° superiore).

TEMATICHE

Le tematiche oggetto del concorso sono state: acqua; energia; biodiversità; mobilità sostenibile; rifiuti.

I giovani studenti sono stati chiamati, partendo da una problematica, a concepire una soluzione pratica e realizzabile per risolverla.

STRUTTURAZIONE DEL CONTEST

  • Gli allievi della fascia d’età 11-13 anni hanno avuto il compito di produrre un video di 10 minuti, in formato mp4 o mov, in cui hanno raccontato una problematica vicina alla loro quotidianità (quartiere in cui vivono, città, scuola, palestra etc…) e hanno proposto una soluzione.
  • Gli studenti della fascia d’età 16-18 anni hanno dovuto elaborare un’idea progettuale che contenesse una proposta per rendere la propria scuola più sostenibile. Il documento da presentare prevedeva una descrizione puntuale dell’intervento che si intendeva realizzare, con utilizzo sia di testo che di immagini, l’indicazione specifica di strumenti e/o oggetti necessari alla realizzazione dello stesso e la stesura di un dettagliato piano dei costi.

Salerno. Al via la Rassegna Culturale “La Strada Regia delle Calabrie sulle tracce del Grand Tour: i fasti dei Borbone tra dimore nobili e gastronomia popolare”.

Partirà il 20 aprile il progetto finanziato nell’ambito del POC Campania 2014-2020, coinvolgendo i Comuni in Provincia di Salerno di Nocera Superiore, Cava de’ Tirreni, Scafati, Angri, Striano e Capodrise in Provincia di Caserta. L’obiettivo è presentare un percorso storico, culturale ed enogastronomico che ricrei le emozioni dei viaggiatori del Grand Tour, attraversando l’agro nocerino e la Campania felix fino alla costiera amalfitana.


Partirà il prossimo 20 Aprile il nuovo progetto “La Strada Regia delle Calabrie sulle tracce del Grand Tour: i fasti dei Borbone tra dimore nobili e gastronomia popolare”, finanziato nell’ambito del POC Campania 2014-2020, LINEA STRATEGICA “RIGENERAZIONE URBANA, POLITICHE PER IL TURISMO E CULTURA”, PROGRAMMA DI PERCORSI TURISTICO-CULTURALI, NATURALISTICI ED ENOGASTRONOMICI PER LA PROMOZIONE TURISTICA DELLA CAMPANIA, che coinvolge la rete dei Comuni salernitani di Nocera Superiore (capofila), Cava de’ Tirreni, Scafati, Angri e Striano, insieme a Capodrise, in provincia di Caserta.

L’obiettivo è quello di realizzare un percorso storico, culturale ed enogastronomico che, attraversando l’agro nocerino e la Campania felix fino alle porte della costiera amalfitana, sappia ricreare le emozioni vissute dai viaggiatori del Gran Tour che nel XVIII secolo percorrevano la Strada Regia delle Calabrie per andare a visitare le rovine di Pompei e Paestum.

L’archeologia nocerina attirava al pari di quella pompeiana, e l’interconnessione con le strade borboniche ha permesso di arricchire il panorama di suggestioni storiche ed artistiche lungo il percorso, attraversando Scafati con l’elegante palazzo, il parco del ricco e potente industriale svizzero Meyer, il polverificio borbonico più importante del Regno delle due Sicilie, Angri con il castello Doria, voluto dagli angioini e nel ‘600 adattato a dimora principesca, Cava de’ Tirreni, con l’abbazia millenaria fondata nel 1011. Il fasto dell’antica Nuceria, la meraviglia del battistero paleocristiano con le sue colonne e il fonte battesimale più grande d’Italia dopo quello di San Giovanni in Laterano, erano e restano attrattori culturali irresistibili.

Il percorso è ricco di tradizioni e manifestazioni simboliche della Campania, come le rinomate tammurriate di Scafati e l’arte dei trombonieri e degli sbandieratori di Cava.
Ma non è solo la storia a rendere tutto affascinante: l’enogastronomia gioca un ruolo di primo piano. L’area è rinomata per la produzione dell’oro rosso, il pomodoro San Marzano, insieme ad altre specialità locali come il cipollotto nocerino. Lungo il cammino, i visitatori potranno gustare i prelibati piatti tipici della regione, tra cui i gamberetti del Sarno e la “palatella” di Nocera Superiore. 

Attraverso una solida rete di partenariati con associazioni turistiche, operatori culturali e imprese locali, il progetto mira a modernizzare l’offerta turistica della zona e ad attrarre flussi turistici nazionali e internazionali. 

Di seguito il calendario degli eventi:

ANGRI 
20-21 APRILE – H.19:30 (rioni e strade principali) 
Giornata della rivisitazione storica con sfilata in abiti d’epoca 

27-28 APRILE (rioni e strade principali) 
Degustazioni storiche e mostra medioevale 

STRIANO 
21 APRILE H.18:30 (museo civico – Piazza D’Anna) 
Mostra pittorica a tema: “I colori dell’anima” 

21 APRILE – H.22:00 (Via Risorgimento – Piazza Mercato  ) “Il Festival della gentilezza tra arte e cultura”- evento artistico con lo spettacolo comico de “gli Arteteca” 

CAPODRISE 
21 APRILE – H.20:00 (Palazzo delle Arti) “Puteche, Arte e Storia: spettacoli, narrazioni e artisti” con Mimmo Ruggiero (attore), musica popolare napoletana ed Espedito De Marino

27 APRILE – H.19:00 (Palazzo delle Arti) “Libri e…arte”: incontro con gli autori con convegno e visita guidata presso i luoghi simbolo di Capodrise. 
Presentazione del romanzo storico “Una Legione per Traiano” con allestimento di mostra d’arte orafa, pittorica e grafica sui momenti del libro e cimeli e amuleti dei legionari 

28 APRILE – H.19:00 (Palazzo delle Arti) “Libri e…risate”: incontro talk show su storie e personaggi del cinema e del teatro napoletano con cabaret (a cura di Antonio Luise, direttore artistico e speaker radiofonico) 

4 MAGGIO – H.19:30 (Palazzo delle Arti) Visita guidata presso i luoghi simbolo di Capodrise e convegno/ mostra d’arte collettiva di artisti d’avanguardia casertane degli anni 70 dal tema: “Mater antica e moderna” 

5 MAGGIO – H.19:30 (Palazzo delle Arti) “Food territorio e solidarietà”: degustazione e convegno su piatti e prodotti tipici provenienti da cooperative agricole sociali con ospiti il gruppo “Tamambulanti”

9 MAGGIO – H.19:30 (Palazzo delle Arti) Convegno dedicato al teatro classico. Lezione spettacolo di “Ieri… le voci di sempre” a cura del prof. Santoro 

CAVA DE’ TIRRENI 
26 APRILE (Palazzo di città) Convegno e incontro di studi sul tema: “il diritto alla ricerca della felicità: Gaetano Filangieri, il 700 napoletano e il costituzionalismo americano. Profili storici, filosofici, giuridici” 

26 APRILE – H.18:00/20:00 (Teatro Luca Barba) Concerto dell’Orchestra “Nientedimeno Swing Band” 

27 APRILE (Aula Consiliare di Palazzo di Città e Complesso San Giovanni) Convegno/mostra (con pubblicazione): “Il Grand Tour del Settecento nella Cava del Millennio” 

27 APRILE (Aula Consiliare di Palazzo di Città) Evento artistico “Gli esiti del grand tour: gran ballo dell’800” con corpo di ballo in costumi d’epoca, orchestra, proiezioni cinematografiche e letture). Orchestra “Angelicus”, corpo di ballo “Il Contropasso” 

11 MAGGIO (Aula Consiliare di Palazzo di Città e Complesso San Giovanni) Convegno ed inaugurazione mostra su “Progetto di itinerario storico, artistico, culturale e spirituale riguardante l’Abbazia Benedettina, le chiese e i conventi di Cava de’ Tirreni” 

11 MAGGIO (Duomo di Cava de’ Tirreni) Concerto dell’Orchestra e Corale Polifonica “Angelicus”

NOCERA SUPERIORE 
5-6 MAGGIO (Parco Archeologico) “Viaggiando sulle note dell’arte”, festival che coinvolge tutta la filiera dell’istruzione artistico musicale territoriale; l’evento avrà come protagoniste le orchestre verticali territoriali junior formate dagli studenti dei licei musicali e delle scuole secondarie di I grado ad indirizzo musicale provenienti dal nostro territorio che eseguiranno brani di musica classica e moderna guidati dai loro docenti. 

14|20 MAGGIO H.7:00/16:00 (zona Pecorari) XXV Concorso internazionale dei Madonnari

SCAFATI 
9-10-11 MAGGIO (frazione di Bagni) Evento artistico culturale con sfilata in abiti d’epoca e con esibizione di gruppo folcloristico dell’Agro 

12-19-26 MAGGIO (villa comunale) Animazione e giochi per bambini (villaggi per bambini).

Amalfi (SA). Amalfi attende l’arrivo della MareNostrum Dike – un tempo luogo di sofferenze – oggi motovela della legalità e luce!

E’ salpata da Napoli “MareNostrum Dike” confiscata agli scafisti. L’inaugurazione dei percorsi di legalità e di educazione ambientale avverrà ad Amalfi, con in prima linea l’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco Daniele Milano.


Salvaguardia degli oceani e degli ecosistemi marini. E’ salpata verso le rotte di Amalfi “Marenostrum Dike”, la motovela della legalità confiscata alla criminalità per la prima volta in Costiera Amalfitana, per due giorni di eventi in programma domani venerdì 12 e sabato 13 aprile 2024.

“La pulizia dei fondali è diventata un appuntamento stabile ad Amalfi. Siamo molto orgogliosi della sinergia creata con gli archeologi subacquei di ArcheoClub d’Italia. Quest’anno, l’arrivo della motovela della legalità MareNostrum conferisce uno spessore ancora più profondo in termini pedagogici. I protagonisti saranno i giovani e gli studenti delle scuole. Siamo una città di mare, viviamo di mare e abbiamo il dovere di preservarlo. Sensibilizzare alla salvaguardia degli ecosistemi naturali per incentivare uno stile di vita sano e pratiche virtuose. L’educazione ambientale parte dai ragazzi: sono il nostro futuro e desideriamo che diventino cittadini attivi. Il Comune di Amalfi guidato dal Sindaco Daniele Milano, è impegnato in un’ampia progettualità a salvaguardia degli oceani e del patrimonio paesaggistico rurale su terrazzamento, per proteggere la biodiversità degli ecosistemi marini e naturali e per migliorare la qualità della vita. Abbiamo avviato da tempo anche una campagna di sensibilizzazione alla gestione dei rifiuti e alla raccolta differenziata. Insistiamo anche nella comunicazione rivolta alle famiglie, ai giovani e alle attività produttive per attivare un’economia circolare in contrapposizione alla cultura dell’usa e getta, attraverso l’adozione delle cinque ‘R’ fondamentali: ridurre, riutilizzare, riciclare, raccogliere e recuperare”. Lo afferma Ilaria Cuomo, Assessore all’Ambiente ed Igiene del Comune di Amalfi, alla vigilia dell’arrivo della MareNostrum Dike.

Era un’imbarcazione con la quale gli scafisti trafficavano persone. Adesso, confiscata e data in custodia ad Archeoclub D’Italia dalla Procura della Repubblica di Ragusa, è diventata MareNostrum Dike, motovela della legalità. MareNostrum dal nome della struttura marina di Archeoclub D’Italia e Dike dalla dea della Giustizia nella mitologia greca. Con MareNostrum Dike, Archeoclub D’Italia favorirà percorsi di conoscenza del patrimonio ambientale, naturalistico e archeologico e di recupero sociale lungo le coste italiane. La prima tratta sarà proprio da Napoli ad Amalfi.

La motovela, una Oceanis 473 clipper, è salpata da Napoli questo pomeriggio per raggiungere Amalfi dopo 5 ore di navigazione e sarà protagonista di due giorni di eventi per la pulizia dei fondali marini, in programma domani venerdì 12 e sabato 13 aprile 2024.

Si incontrano due storie straordinarie ed avverrà nelle acque di Amalfi, a testimonianza della tutela della sostenibilità e del recupero sociale.

Ad Amalfi i ragazzi dell’Area Penale di Napoli, divenuti sub con il Progetto Bust Busters di Archeoclub D’Italia, non solo si immergeranno con i palombari della Marina Militare per partecipare alle azioni di pulizia dei fondali marini, ma verranno supportati proprio dalla MareNostrum Dike per le operazioni di appoggio.

Coinvolti nelle attività di pulizia della spiaggia anche gli studenti dell’Istituto Marini Gioia, destinatari anche di un momento di orientamento a cura della Marina Militare.

“Ad Amalfi sarà una pagina storica. Non solo la MareNostrum Dike, imbarcazione sequestrata agli scafisti, divenuta luogo di vita e non più di sofferenze, salperà da Napoli, ma lo farà per compiere la prima navigazione lunga. L’Antica Repubblica Marinara segna l’inaugurazione di un percorso culturale che ci porterà alle Giornate della Legalità del 22 e 23 Maggio, quando la MareNostrum costeggerà tutta la Magna Grecia. Ad Amalfi avremo i ragazzi dell’Area Penale di Napoli, divenuti sub con il nostro progetto “Bust Busters” a testimonianza di un ritorno in società attraverso il mare, l’ambiente. Il rapporto tra istituzioni, Marina Militare e società civile affonda radici lontane. Possiamo dire che il progetto “Marenostrum – un mare di legalità”  – sottolinea Francesca Esposito, Referente Attività Sociali di MareNostrum, sezione marina di Archeoclub D’Italia – è solo uno degli ultimi tasselli di una visione riabilitativa e socio educativa del mare, che affonda le sue radici in un passato lontano”. 

Il primo ad aver compreso il potere educativo del mare fu il Prof. Niccolò Garaventa, che nel 1883 ideò la nave asilo Redenzione, sull’impronta delle Training ship inglesi: tale imbarcazione aveva l’obiettivo di togliere dalla strada e dalle patrie galere i bambini e i giovani ragazzi di Genova  orfani o provenienti da situazioni di degrado. Nel 1911, Sulla scia della nave “Redenzione” ideata da Garaventa, l’allora  Ministro della Marina Pasquale Leonardi Cattolica  autorizzò la costituzione di un consorzio tra i ministeri della Marina, dell’Interno, della Pubblica Istruzione e gli Enti Locali per l’istituzione e l’esercizio della nave asilo Caracciolo a Napoli, che si riproponeva l’arduo compito di formare e dare una vita dignitosa a quelli che dispregiativamente venivano chiamati “ gli scugnizzi”, che affollavano i vicoli e i quartieri poveri della città Partenopea. Sulla  nave asilo Caracciolo ,grazie al grande lavoro di Giulia Civita Franceschi, che ne fu la direttrice x 15 anni, venne adottato un metodo improntato sulla responsabilità”.

“Rispetto e consapevolezza di sé e dell’altro. – insiste la referente di Marenostrum – Infatti grazie a questa visione della rieducazione e del reinserimento in società di ragazzi emarginati, venne definita “La Montessori del Mare”. L’ Archeoclub d’Italia, supportata dalla Marina Militare, in questi anni si è  posta l’obiettivo di mettere in pratica il cosiddetto Metodo Civita, contestualizzandolo ai nostri giorni e puntando al rispetto delle regole, partendo dal rispetto verso se stessi, verso il proprio gruppo e verso tutto ciò che li circonda, supportando questi ragazzi non solo nell’acquisizione di competenze legate al mare, ma anche formandoli come propositivi cittadini attivi”.

IL PROGRAMMA

Una due giorni fitta di eventi. Venerdì 12 Aprile, alle ore 10, gli studenti saliranno a bordo della motovela della legalità e, a seguire, saranno all’Antico Arsenale della Repubblica per la Mostra dedicata ai Reparti Subacquei della Marina Militare.

Sabato 13 Aprile, dalle ore 9, avranno inizio le operazioni di tutela della sostenibilità ambientale con azioni in contemporanea. Mentre i ragazzi dell’Area Penale, accompagnati dai palombari della Marina Militare, si immergeranno per la pulizia dei fondali marini, i volontari di Archeoclub D’Italia, con altri giovani dell’Area Penale di Napoli e gli studenti, provvederanno alla pulizia in superficie.

Un grande coordinamento organizzativo che coinvolge, insieme all’Amministrazione Comunale di Amalfi, anche il Ministero della Giustizia, la Marina Militare Italiana, il Corpo Militare dell’Ordine di Malta e MareNostrum Archeoclub d’Italia.

A coadiuvare le operazioni del Dipartimento di Giustizia Minorile della Campania anche la Capitaneria di Porto e i volontari della Protezione Civile Millennium, con il contributo della società ISVEC Srl, responsabile del servizio di raccolta differenziata.

Cava de’ Tirreni (SA). “Metellia Servizi” tra i protagonisti della Paper Week di Comieco.

Metellia Servizi, con il patrocinio del Comune di Cava de’Tirreni e la partnership di Futura Line Industry srl, Ariete srl e SE.RI. – Centro di Raccolta Ecologica, parteciperà alla settimana di informazione e formazione sul riciclo di carta e cartone promossa dal Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli imballaggi cellulosici con l’iniziativa “Incarta la carta” in programma dall’11 aprile al 31 maggio.


Ritorna per la IV edizione la Paper Week, la campagna dedicata all’informazione e alla formazione su raccolta differenziata e riciclo di carta e cartone, organizzata da Comieco, in collaborazione con Federazione Carta e Grafica, Assocarta, Assografici, Unirima e con il patrocinio di ANCI, Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e Rai Per la Sostenibilità.

Dall’8 al 14 aprile 2024 i cittadini di tutta Italia potranno approfondire il grande tema della raccolta differenziata di carta e cartone e scoprire l’enorme valore della filiera del riciclo attraverso visite guidate, mostre, convegni, laboratori creativi, spettacoli ed eventi su tutto il territorio nazionale, con un focus particolare quest’anno su Salerno scelta come “Capitale del riciclo 2024”.

L’anima della manifestazione sono i Paperweeker, le realtà che hanno deciso di raccogliere l’appello di Comieco a farne parte con iniziative speciali per raccontare il mondo della carta (e del suo riciclo) con punti di vista inediti e originali.

Tra queste anche Metellia Servizi parteciperà con l’iniziativa “Incarta la carta” in programma dall’11 aprile al 31 maggio, presso le Scuole primarie del Comune di Cava de’Tirreni, che sarà realizzata con il patrocinio del Comune di Cava de’Tirreni e la partnership di Futura Line Industry srl, Ariete srl e SE.RI. – Centro di Raccolta Ecologica.

In ognuna delle scuole primarie cittadine, target di progetto, sarà allestimento, per una mattinata, un percorso didattico e ludico sportivo. Gli studenti potranno partecipare consegnando, all’isola ecologica itinerante di Metellia Servizi allocata in area della scuola, un sacchetto di “carta con carta” che sarà il “biglietto” di ingresso per l’accesso a: un percorso didattico, con materiali sulla storia, la produzione, la raccolta differenziata e il riciclo della carta; un percorso ludico-sportivo, con attrezzi realizzati in carta. Al termine della mattinata gli studenti riceveranno un gadget consistente in un “tangram” da ritagliare e rimontare a piacimento. Dietro ognuno dei 7 triangoli del “tangram” sarà indicata una buona regola per la raccolta differenziata di carta e cartone.

Il materiale raccolto dai singoli plessi sarà oggetto di pesata. All’esito della pesatura della carta raccolta in ogni plesso, sulla base del rapporto q.tà raccolta/nr. studenti, verrà stilata una graduatoria e verranno assegnati premi in denaro per l’acquisto di materiali didattici alle scuole che conquisteranno il podio.

Le attività saranno curate da Metellia Servizi e dai partner di progetto.

Il programma completo della Paper Week è disponibile sul sito comieco.org.