Politica & Amministrazione

 

CAVA DE’ TIRRENI (SA). Monte Castello: un bene comune

La Giunta Comunale, con delibera n° 24 del 22 febbraio 2021, ha individuato quali “Beni Comuni” che possono essere oggetto di patti di collaborazione con i cittadini, Monte Castello e le aree limitrofe e pertinenziali.

Il provvedimento rientra nell’ambito del “Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e

Amministrazione per la cura, la rigenerazione e la gestione condivisa dei beni comuni urbani”, che possono essere materiali, immateriali e digitali, approvato dal Consiglio Comunale il 25.06.2019, in applicazione del principio di sussidiarietà.

Il regolamento disciplina tutte le forme di collaborazione tra i cittadini e l’Amministrazione Comunale, ai fini della realizzazione di interventi che possono interessare spazi ed edifici pubblici, ma anche lo sviluppo e la promozione di forme di collaborazione civica nei settori dei servizi sociali, culturali ed economici, della creatività urbana e dell’innovazione digitale.

Possono presentare proposte di collaborazione, purché rientrante tra i criteri stabiliti dall’apposito regolamento, singoli cittadini, anche in forma associativa, o comunque riuniti in formazioni sociali, anche informali o di natura imprenditoriale.

La Giunta comunale ha preso anche atto che nelle more della individuazione e la redazione di un apposito elenco dei “Beni Comuni”, sono pervenute due richieste di sottoscrizione di un patto di collaborazione, da parte dell’Ente Montecastello, per la valorizzazione del Castello e le aree pertinenziali, e l’Associazione Culturale Gruppo storico folcloristico Archibugieri Balestrieri “Cavalieri della Bolla Pontificia AD 1394”, per la valorizzazione dell’area su Monte Castello dove insistono la grotta di Mamma Lucia e lo spazio utilizzato dall’Associazione durante i festeggiamenti della Festa del Santissimo Sacramento

A seguito di tali richieste l’Ufficio per l’amministrazione condivisa predisporrà l’avviso pubblico per eventuali presentazioni di ulteriori proposte da parte della cittadinanza dei beni individuati.

CAVA DE’ TIRRENI (SA). Due milioni per opere di messa in sicurezza del territorio

Sono state finanziate dal Ministero degli Interni, Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali, due importanti interventi di messa in sicurezza: la sistemazione idraulica del Vallone Bagnara alla frazione Santa Lucia e la sistemazione di via Cinque.

I lavori di via Cinque sono stati già aggiudicati alla ditta RTI Comed Srl – Cogema Srl e saranno cantieranti nel mese di marzo prossimo. Il finanziamento del Ministero degli Interni, ammonta a 900 mila euro e permetterà di destinare i fondi già stanziati dall’Amministrazione Servalli ad altri interventi, in particolare per proseguire nel piano di messa in sicurezza delle scuole cittadine.

Con un finanziamento di 1.042.386,12 euro, invece, si procederà alla messa in sicurezza del Vallone Bagnara con opere di sistemazione idraulica e di regimentazione delle acque.

“Abbiamo un territorio fragile – afferma il vicesindaco con delega ai Lavori Pubblici e Ambiente, Nunzio Senatore – soprattutto nelle fasce collinari e questi due finanziamenti ci consentono interventi rilevanti per mitigare il rischio idrogeologico e contemporaneamente di spostare risorse verso il comparto scolastico. Intanto, abbiamo in corso anche altre progettualità per la messa in sicurezza delle criticità idrogeologiche in altre aree della vallata per le quali siamo utilmente collocati nella graduatoria ministeriali”.

CAVA DE’ TIRRENI (SA). Doppia cerimonia al Comune: insediamento del Sindaco Servalli e presentazione della nuova Giunta

Stamattina, alle ore 12 del 13 ottobre, è andata in porto l’attesa cerimonia della proclamazione-riconferma del nuovo Sindaco nella Sala del Consiglio del Palazzo di Città di Cava de’ Tirreni, in cui è avvenuto il passaggio delle consegne da Vincenzo Servalli primo a Vincenzo Servalli Secondo, dopo una rielezione al primo turno e senza ballottaggio.

Solo una dichiarazione lampo, niente discorso, niente proclami, massima sobrietà e brevità, attenzione concentrata sull’essenzialità della comunicazione e sulla funzionalità dell’evento.

Rapidissima la successione delle varie fasi. Prima, l’ufficializzazione della vittoria elettorale e la conseguente proclamazione a Sindaco da parte del Segretario generale dott. Danise. Poi, la presentazione-elenco di sei membri su sette della nuova Giunta, non rituale perché di solito le due operazioni non sono contestuali.

Eccoli, i nuovi assessori, che poi nuovi non sono, provenendo tutti dalla squadra uscente e vincente: Annetta Altobello (confermata) alle Politiche Sociali e Beni Comuni; Giovanni Del Vecchio (confermato) alle Attività produttive; Antonella Garofalo, alla Polizia Locale, Trasporti e Viabilità; Lorena Iuliano (già Presidente del Consiglio) all’Istruzione e Patrimonio; Armando Lamberti (confermato, già ViceSindaco nella passata Consiliatura), a Cultura, Turismo, Progetti e Fondi Europei, Università, Tutela della Salute, Contenzioso. Vicesindaco, sarà Nunzio Senatore (confermato come assessore e già Vicesindaco nella prima fase della passata consiliatura), al quale spetteranno anche le deleghe ai Lavori Pubblici, Manutenzione, Ambiente e Lavori Pubblici.

A concludere, la classica foto di gruppo, con tutti rigorosamente mascherati. E appuntamento all’imminente prima convocazione del Consiglio Comunale, senza poter ancora definire la data precisa.

Il tutto è durato non più di un quarto d’ora.

Crediamo che questa essenzialità si sposi bene non solo con l’emergenza contingente ma anche con la delicatezza della situazione specifica all’interno del Comune, dove si cammina sui carboni ardenti per l’arresto domiciliare e l’inchiesta in cui è implicato un Dirigente di livello come Francesco Sorrentino.

Nelle pochissime parole pronunciate, Servalli ha detto chiaramente che siamo in un periodo di difficoltà di vario tipo, che richiedono risposte efficaci da parte dell’Amministrazione, per cui c’è poco da parlare e molto da attendere e da fare. Per questo, per essere messo in condizioni di operare da subito nel pieno dei suoi poteri, ha preferito annunciare già nel giorno della proclamazione la formazione contestuale della nuova Giunta.

Non gli è mancato però il colpo di positività piena e ha concluso più o meno così: “Sento l’onore e l’onere per la fiducia accordataci, segno anche che abbiamo operato bene. Ma ora dobbiamo affrontare questi cinque anni con ancora più forza e determinazione, nel segno della continuità, così come ci hanno chiesto i cittadini cavesi, per portare al termine tutti i progetti in cantiere e realizzarne altri, ai quali stiamo già lavorando, per continuare nell’opera di crescita e di sviluppo della nostra città”.

È quindi un momento in cui per le turbolenze giudiziarie è meglio tacere e per le emergenze sanitarie è meglio parlare coi fatti. E per l’Amministrazione bisogna continuare sulla strada intrapresa. Ci sarà tempo anche a breve per approfondire situazione e prospettive.

Questo lo ha compreso bene il limitato pubblico presente, necessariamente e tristemente selezionato per evitare assembramenti pericolosi: peccato per una manifestazione che in altri tempi sarebbe stata un’affollata e festosa festa della democrazia.

I presenti hanno capito anche le logiche della nuova Giunta, mezza piena e un poco vuota un po’ per non perdere tempo e un po’ per perfezionare gli equilibri politici di una coalizione che deve bilanciare le esigenze di quelle liste che hanno sostenuto il Sindaco durante la campagna elettorale, ottenendo almeno un consigliere. Forse per questo, è ancora ignoto il nome del settimo assessore. Forse, chissà, legato alle scelte del futuro Presidente del Consiglio, e non solo.

Anche questo è politica, non meravigliamoci e non contrariamoci. In fondo, più equilibrata sarà l’Amministrazione, più solida ed efficiente sarà.

E Vincenzo Servalli ha dimostrato già nel corso della passata legislatura di saper essere un buon bilanciere. Speriamo che riesca ad essere nei prossimi cinque anni anche un buon lanciere d’assalto …

CAVA DE’ TIRRENI (SA). Morricone, Troisi, Decaro, Pavignano, Lolita, Falcone, Betty Sabatino…

Grandi protagonisti all’Estate cavese nel mese di Settembre.


Dopo il mese di agosto dedicato soprattutto alle serate gratuite di cinema al chiaro di luna presso il complesso di San Giovanni di Cava de’ Tirreni, con tante belle proiezioni e tanto pubblico, il programma dell’estate cavese continua alla grande anche nel mese di Settembre, intersecandosi con le celebrazioni patronali per Maria SS. dell’Olmo (a cui sono dedicati il concerto iniziale di martedì 8 e quello di sabato 12)… e con l’inizio dell’autunno.

Dopo i primi funambolismi con I Giullari medievali e la Compagnia degli sbuffi (domenica 6 settembre) e il concerto bandistico di martedì 8, si decolla con manifestazioni molto stimolanti e grandi personaggi, secondo un programma presentato in Comune dal Sindaco Vincenzo Servalli e dal Vicesindaco e Assessore alla Cultura Armando Lamberti, con la partecipazione di Padre Adriano Castagna, Rettore della Basilica dell’Olmo.

Mercoledì 9 settembre, alle ore 21.00, presso il complesso di San Giovanni presentazione del libro “Da domani mi alzo tardi”, di Anna Pavignano, con immagini e racconti inediti su Massimo Troisi. Un libro di vita vissuta, dato che l’autrice è stata per molto tempo la compagna di Troisi. Un libro di una scrittrice di qualità, dato che la Pavignano ha scritto la sceneggiatura di tutti i film con Troisi, escluso Non mi resta che piangere, e che per “Il Postino” è stata anche candidata all’Oscar.

Giovedì 10, alle ore 21:00, presso il complesso di San Giovanni proiezione del film “Lista Civica di Provocazione” per la regia di Pasquale Falcone con Maurizio Casagrande, Valeria Monetta, Antonio Stornaiuolo, Rosaria De Cicco. È il secondo film di Pasquale Falcone ed è forse il più originale e “profetico”, perché nel 2005, anno in cui è uscito, si cominciavano appena a sentire i rumori dell’antipolitica: racconta infatti un’elezione a Sindaco particolare, fuori dalla “casta” e dal “Palazzo”.

Da mercoledì 9 a mercoledì 16 settembre, presso il complesso Monumentale di Santa Maria al Rifugio, MacFest, mostra di opere eseguite durante il lockdown. Nello stesso complesso, dal 19 al 27 settembre, la Mostra d’Arte collegata al Concorso “Arte e Cultura”, organizzato dall’omonima Accademia presieduta da Michelangelo Angrisani, la cui premiazione avverrà sabato 26.

Sabato 12, alle ore 18.30, in piazza Duomo, presentazione del libro “Inseguendo quel suono… Conversazioni con Ennio Morricone” di Alessandro De Rosa (Ed. Mondadori). In onore della Beata Vergine SS. dell’Olmo, alle ore 21, Orchestra di Fiati Città di Minori, Concerto dedicato a Ennio Morricone in piazza Vittorio Emanuele III. Alessandro De Rosa è un giovane musicista, figlio di cavesi doc, che vive e lavora al Nord Italia e che ha realizzato questa biointervista attraverso settimane e settimane di incontro diretto con il Maestro. Sarà quindi un incontro emozionante con un testimone diretto della vita personale e familiare di uno dei grandissimi del secolo scorso.

Domenica 13, alle ore 18.30, presso il complesso di San Giovanni incontro- conversazione, con Padre Gaetano Piccolo,sj. sul tema: “La Fede in un tempo incerto. Un possibile itinerario per abitare l’interiorità”. Alle ore 20, Spettacolo di bolle. Alle ore 21, Disney Concert Tablò.

Lunedì 14, ore 18,30, presentazione del volume RAPPEL!, raccolta di saggi sulla vicenda artistica italiana anni 20-30.

Lunedì 14, alle ore 21, presso il complesso di San Giovanni Corale Polifonica Metelliana in “Napoli nel cuore e nella mente”.

Sabato 19, ore 18:00, alla Frazione di Santa Lucia, Casa Teatro Estate in fiaba per le frazioni con l’attore Andrea Adinolfi, “C’era una volta… Le favole di Esopo”. Alle ore 20:30, Progetto “Cava racconta.. Pinocchio” della Compagnia degli Sbuffi.

Domenica 20 alle ore 18:00, alla Frazione SS. Annunziata, Casa Teatro Estate in fiaba per le frazioni, di Andrea Adinolfi, “C’era una volta… Le favole di Esopo”.

Venerdì 25, presso il complesso di San Giovanni, alle ore 18:00, presentazione del libro di poesie “Armonia di Silenzi”, di Lolita D’Arienzo, con la partecipazione di Enzo De Caro. A seguire, proiezione del film “Non ci resta che vincere”: una bellissima storia di sport con una squadra di disabili e un allenatore nazionale per caso. Lolita D’Arienzo, da trent’anni immobilizzata dalla SLA, comunica e “scrive” con il solo movimento delle ciglia, offrendo uno straordinario esempio, quasi unico al mondo, di resistenza e resilienza. “Armonia di silenzi” è il suo quinto libro!          

Mercoledì 30, alle ore 17:00, presso il complesso di San Giovanni premiazione del Concorso scolastico “Le parole sono ponti”, in ricordo di Betty Sabatino, grande educatrice, scomparsa sette anni fa. Il Premio, che si doveva svolgere a marzo e che recupera la sospensione causa pandemia, è giunto alla sua settima edizione.

CAVA DE’ TIRRENI (SA). Nuovo terminal per bus e auto

Cantierati, da mercoledì 2 settembre, i lavori per la realizzazione, entro 60 giorni, del nuovo terminal bus, collegato alla ferrovia, con interscambio e parcheggio, nell’area ex Metropark adiacente la stazione ferroviaria.

Il progetto dell’Amministrazione Servalli, dopo una interlocuzione con Ferrovie dello Stato, proprietaria dell’area durata tre anni circa, prevede la realizzazione da parte di Metellia Servizi, (azienda partecipata interamente dal Comune di Cava de’ Tirreni) di 84 posti auto, un’area gestita da Bus Italia che ospiterà il capolinea degli autobus del trasposto pubblico locale e quello di interscambio per l’università ed anche di tre posti per bus turistici, e locali a servizio degli autisti dei bus e viaggiatori, per un importo di circa 150 mila euro.

All’avvio del cantiere erano presenti il Sindaco Vincenzo Servalli, l’Assessore ai lavori pubblici Nunzio Senatore, l’Assessore ai trasporti Antonella Garofalo, ed il presidente della Metellia Servizi, Giovanni Muoio.

“Un progetto strategico per la città – afferma il Sindaco Servalli – che ottimizza e migliora la mobilità veicolare e del trasporto pubblico locale e intercomunale, con la possibilità di interscambio anche con il treno e di parcheggio per auto ed autobus granturismo. Risolveremo in questo modo anche  il problema del capolinea di Bus Italia nell’area del trincerone che sarà completamente riqualificato”.